Rione Terra Sibilla schiacciasassi nei playoff di Promozione: ora la finalissima per l’Eccellenza

ADV
ADV
ADV
ADV

MUGNANO DI NAPOLI – Il Rione Terra Calcio Sibilla inanella la sua ottava vittoria consecutiva, superando anche la finale playoff del girone A contro il Neapolis e spalancandosi la porta verso la finalissima che porta dritta all’Eccellenza. Al “Vallefuoco” di Mugnano, la seconda classificata Neapolis ha due risultati su tre entro i supplementari e il vantaggio del fattore casalingo, ma i flegrei hanno già dovuto affrontare la medesima situazione nel turno playoff precedente contro la Sessana. E infatti alla squadra di mister Faustino non sopraggiunge la paura e sblocca la gara al 22′ con Granata, riuscendo poi a gestire tutto il resto dell’incontro con una freschezza che sembra decisamente superiore a quella avversaria. Soddisfazione espressa anche da parte del presidente del Rione Terra Sibilla Sergio Di Bonito: “Ringrazio allenatore, giocatori e staff per questo grande traguardo che abbiamo meritato per gioco espresso e per valori umani messi in campo partita dopo partita. Fare questo percorso nei playoff per il secondo anno di fila dimostra che si sta lavorando bene e ora dobbiamo crederci fino in fondo, ma con la serenità che ci ha sempre contraddistinto”.

LA PARTITA – Il Rione Terra Calcio Sibilla è in cerca di riscatto dopo aver perso entrambi i match di regular season contro il Neapolis, ma l’incontro odierno ha un peso specifico nettamente superiore, e si vede già dalle tante persone che affollano la singola gradinata che ospita i supporters di entrambe le fazioni. In campo c’è attenzione e valutazione dei rischi nel riversarsi all’attacco, almeno fino alla stoccata di Granata al 22′ dai 25 metri, che sorprende un non irreprensibile Barbaro, regalando il vantaggio agli ospiti e scegliendo il momento migliore per siglare la prima rete stagionale. Lo stesso Granata prova il bis al 28′, ribattendo un rilancio avversario ed autolanciandosi in area di rigore, ma stavolta il suo destro dopo la sterzata trova Barbaro sicuramente più concentrato. Nel finale di tempo ci prova invece il Neapolis: al 40′ De Vito effettua un retropassaggio troppo corto sul quale si fionda Catena, ma Navarra lo chiude col piedone e Scuotto fallisce la ribattuta a porta quasi sguarnita. Un altro brivido arriva un minuto più tardi, quando Catena impatta un lungo cross all’altezza del secondo palo, ma Navarra dice ancora di no. È a cavallo tra primo e secondo tempo che il Neapolis mostra le cose migliori, e al 52′ Nascari va in percussione centrale in area di rigore calciando quasi a botta sicura, ma il suo tiro viene smorzato evitando problemi maggiori a Navarra. Il Rione Terra Sibilla prova quindi a chiudere la gara al 63′ con una punizione dal limite conquistata da Mari, che per poco non subisce fallo da ultimo uomo. Sul pallone si presenta Sardo, andando a tracciare una traiettoria quasi perfetta che colpisce l’incrocio, rimbalza sul corpo di Barbaro e finisce incredibilmente fuori. Nel prosieguo di gara molti giocatori del Neapolis sono in preda ai crampi e non riescono ad impensierire in modo serio la retroguardia flegrea, a cui basta quindi una rete per andare a giocarsi l’Eccellenza nell’ultimo match.

NEAPOLIS: Barbaro, Sozio, Filiú (79′ D’Errico), Festa, Biancolino, Di Finizio (20′ Di Gennaro), Marzano (79′ Russo), Scuotto, Varriale (46′ Nascari), Sorrentino (80′ De Francesco), Catena.

RIONE TERRA CALCIO SIBILLA: Navarra, Lanuto, Iervolino, Romano, De Vito, Cirino (78′ Gallo), Granata, Mennella (90′ Castaldo), Mari (78′ Migliaccio), Lucignano (85′ Improta), Sardo (74′ Scherillo).

MARCATORE: 22′ Granata

ARBITRO: Bruno Rossomando (Salerno)

ASSISTENTI: Mario Scala (Castellammare di Stabia) e Marco Polichetti (Salerno)

NOTE: Ammoniti Sozio, Festa, Biancolino, Catena, Di Gennaro, Nascari (NEA), Cirino, Iervolino, Gallo, Migliaccio (RTS). Recupero 1°T 3′, 2°T 5′.