VIDEO. Tonali: “Siamo pronti per il Napoli”

Sandro Tonali, azzurro mancato. alla tv del Milan, ha rilasciato una intervista che segue in basso:

“Contro l’Udinese non abbiamo fatto il possibile perché secondo me potevamo fare di più, è la prima cosa che ci siamo detti una volta finita la partita”.

“Non si può entrare in campo senza cattiveria, grinta, in una partita del genere, quando stai perdendo 1-0 ma stai controllando la partita. È il minimo, è naturale, te lo portano i compagni che stanno giocando già da settanta minuti. Noi sappiamo come siamo fatti e di cosa siamo fatti, sicuramente. Più di ogni singolo è più importante lavorare insieme. Pe 90 minuti qualsiasi tuo compagno deve essere il tuo migliore amico, colui che difendi e per cui ti sacrifichi. Siamo un grande gruppo e lo stiamo dimostrando anche in questi momenti di difficoltà”. “Guardo spesso la foto di quando eravamo tutti uniti a centrocampo sotto la pioggia e con il freddo contro col Rio Ave. Da quella foto, che abbiamo stampata anche negli spogliatoi, ti scatta una scintilla, ti fa capire da dove siamo partiti e ti fa capire cosa hai passato per arrivare dove siamo ora.

Ti fa capire di avere dei meriti perché tutto questo non è venuto da solo ma ce lo siamo guadagnati sudando, lavorando, correndo, giocando, vincendo. Sono cose importanti e quella foto lì fa scattare in noi una scintilla, che ci dice che siamo qua c’è un motivo e quindi sicuramente non molleremo”.

 


Tonali esalta Kjaer e Kessie

Sono due esempi, penso sia la parola corretta – prosegue il centrocampista – Non solo per noi giovani ma per tutta la squadra, anche per Ibrahimovic e per il mister. Kjaer è il più professionista della squadra, l’altro è la nostra colonna che non molla mai che è sempre in campo, in qualsiasi partita e in qualsiasi minuto. Loro sono i due nostri grandi esempi. Danno una grande carica a tutti i tifosi, a tutti noi compagni, al mister, a qualsiasi persona milanista”.

Su Pioli: “Il mister sicuramente mi sta dando molto, mi sta aiutando molto durante gli allenamenti e anche in momenti fuori dal calcio, mi sta dando veramente tanto per la mia crescita sia dentro che fuori dal campo. È una persona vera, siamo sempre con lui.

Si può dire se domenica è la partita di Pioli? Sì, è la partita di Pioli, la partita del Milan perché il Milan è fatto per queste partite, non vediamo l’ora di rifare grandi prestazioni come quella di Manchester”.

© Riproduzione riservata