Verso Napoli-Verona. Tutino e Vitale, “partenopei” al San Paolo

137

Luigi Vitale e Gennaro Tutino, due napoletani “contro” sabato allo stadio San Paolo, per il match con il Verona, valevole per l’ottava giornata del massimo campionato italiano. Ambedue fuoriusciti dal vivaio del nuovo Napoli, allora restaurato da Giuseppe Santoro, attuale team manager del Torino. Gigi da Castellammare di Stabia, che ha anche giocato in serie A e segnato (al Benfica) in Europa, con l’amata maglia azzurra, ha vinto uno scudetto Berretti, ai tempi della serie C, mentre Gennaro ha sfiorato con gli allora azzurrini di alzare al cielo la coppa Italia Primavera, segnando allo Juventus Stadium, poi perdendo la finale di ritorno a Fuorigrotta. Tutino è al Verona in prestito, ed è reduce dal ritiro estivo con il Napoli dopo le ottime cose fatte vedere in serie C e in B con il Cosenza. L’87 e il ’96 si accomoderanno in panchina. Il mancino ha poche chance di calcare il terreno del “suo” San Paolo, mentre l’esterno d’attacco punta al subentro. Il terzo partenopeo avversario solo per una domenica sarà il difensore, ex Genoa, Salvatore Bocchetti, fratello di Antonio, che fece tutta la trafila col Napoli, prima di esordire in massima serie con il “vecchio” Napoli. Anch’egli si accomoderà in panchina, l’ex mancato Bocchetti, che nel nuovo corso azzurro ha sfiorato a più riprese  d’indossare la maglia del suo cuore.