Verso il Tardini: l’inedita vigilia per quelli di… Parma Partenopea

Parma Partenopea è il club di tifosi partenopei nato da oltre nove anni nella città ducale. Il calendario ha designato per gli azzurri l’esordio in campionato contro la formazione allenata da Liverani ma le norme anti Covid impediranno purtroppo a Francesco Allotti e ai suoi amici di poter seguire la squadra con le solite modalità. Con il presidente del Club abbiamo ripercorso la nascita dello stesso e le modalità di sostegno alla squadra quando questa deve esibirsi al Tardini. Impossibile non soffermarsi sull’impegno attivo di Parma Partenopea nel sociale prima di analizzare la partita di domenica.

Come e quando nasce Parma partenopea?

Parma Partenopea nasce il 13 marzo del 2011 in occasione della partita Parma S.S.C. Napoli finita 1-3 per gli azzurri. Tutto cominciò quasi per scherzo dalla fusione di due gruppi che erano nati su Facebook, si pensò di incontrarsi davanti una buona pizza e da lì in poi si gettarono le basi per la nascita dell’associazione Parma Partenopea. Dalla propria nascita Parma Partenopea è gradualmente cresciuta organizzando oltre alle varie trasferte (principalmente nel Nord-Italia non escludendo però qualche tappa europea e lo stadio San Paolo) anche giornate di aggregazione e solidarietà a dimostrazione di quanto il cuore Partenopeo sia immenso anche in città che ci hanno accolto per lavoro o per studio.

Quanti membri compongono il direttivo?

Il Direttivo è formato da sette membri:

Presidente:Allotti Francesco

Consigliere: Venittelli Luca

Consigliere: De Nunzio Giuseppe

Consigliere: Ruggiero Salvatore

Consigliere: Cirillo Geppino

Consigliere: Scognamiglio Gaetano

Consigliera: Gaggero Mariella

Che tipo di attività svolgete nei giorni che precedono l’arrivo del Napoli in città?

Purtroppo con il discorso Covid-19 le attività svolte nei giorni che precedono l’arrivo del Napoli a Parma si sono quasi azzerate per ovvi motivi legati alla situazione sanitaria.

Quali sono le modalità con cui, in tempi ordinari, seguite la squadra durante la sua permanenza in città?

Da dieci anni a questa parte in primis abbiamo sempre organizzato coreografie nel Settore Ospiti, e questo lavoro parte mesi e mesi prima poiché c’è da scegliere cosa fare…capire come farlo…chiedere tutte le autorizzazioni del caso…in questo devo dire che il Parma Calcio 1913 si è dimostrato sempre disponibile con noi ascoltando ed esaudendo le nostre richieste. Accogliamo la squadra in aeroporto…facendo vedere con i nostri vessilli la nostra presenza. Siamo soliti consegnare una targhetta commemorativa ad un Calciatore contattando la SSC Napoli per tempo e chiedendo di poter entrare in albergo con una piccola delegazione per la consegna. Il giorno della partita siamo i prima ad entrare per organizzare la coreografia e gli ultimi ad uscire dal Settore Ospiti dello Stadio Ennio Tardini. E’ bello accogliere tutti gli altri Napoli Club di tutto il Nord Italia…nel ruolo di padroni di casa, diamo indicazione di dove poter trascorrere la giornata in città.

Le norme anti Covid impongono certamente notevoli restrizioni. In che modo vi siete organizzati per tentare di far sentire, in ogni caso, la vostra vicinanza alla squadra?

Rispetto a Napoli qui a Parma abbiamo vissuto un’importante ondata di contagi di Covid-19, quindi le restrizioni sono molto più alte e controllate. Recandoci fuori al settore ospiti dello Stadio Ennio Tardini potremmo creare assembramenti e non sarebbe corretto per rispetto a tutte quelle persone che non ci sono più a causa del Corona Virus.

Sappiamo che Parma Partenopea si impegna attivamente nel sociale. Che tipo di attività svolgete?

Oltre a seguire e sostenere la SSC Napoli Parma Partenopea è molto attiva nel sociale grazie alla nostra Consigliera Mariella Gaggero,con la realizzazione e la vendita delle sue buone torte artigianali.

Il 25 Novembre 2017 alcuni Membri del Direttivo di Parma Partenopea si recarono presso l’Ospedale dei Bambini di Parma per consegnare il proprio contributo solidale di € 1.000 al Presidente Corrado Vecchi dell’Associazione GiocAmico Onlus.                                          Il 23 Aprile 2018 alcuni Membri del Direttivo di Parma Partenopea si sono recati presso l’Azienda Servizi alla Persona Casa Residenza Anziani “Ad Personam San Mauro Abate Colorno” per donare una sedia a rotelle dedicando la donazione ad una dipendente scomparsa da poco.                                                                                                        Il 20 Gennaio 2020 abbiamo donato al Reparto di Neonatologia del Maggiore di Parma un passeggino con riduttore, adatto dalla nascita, con una seduta alta che può dare prospettive visive diverse ai neonati rispetto alla culletta

Che cosa significa per il tifoso la lontananza dallo stadio?

Che bella domanda…la SSC Napoli…lo stadio per chi vive fuori Campania diventano quasi una droga, diventa ancora più forte il legame con la maglia azzurra. Non vedi l’ora che sia domenica e di andare al Club dove troverai altri appassionati come te…o meglio possiamo dire malati con i quali tiferai per gli azzurri! Amo chiamare i Napoli Club del Nord Italia Ambasciate Partenopee. Molte persone quando arrivano da queste parti s’informano se ci sia un Napoli Club dove assistere alla partita del Napoli così poter parlare la tua lingua e sentirti a Napoli per novanta minuti più recupero.

Proviamo ad addentrarci nel discorso tecnico. Che partita vedremo al Tardini?

Pronti…via….Parma Calcio 1913 Vs SSC Napoli…..magari entrambe le squadre ancora non hanno i novanta minuti nelle gambe ma il Napoli sulla carta possiede una rosa molto competitiva e dovrebbe non avere troppe difficoltà. Come sempre però le prime partite di campionato sono sempre le più insidiose…