Torino-Napoli, le pagelle degli azzurri

Basta una rete di Fabian Ruiz per domare il Toro. Il Napoli fa la sua partita alo Stadio Grande Torino e blinda il terzo posto allungando sulla Juve caduta ieri a Genova. Nel mezzo un rigore sbagliato da Insigne e poche altre emozioni in un pomeriggio di fine campionato nel quale entrambe le squadre hanno ben poco da conquistare.

Le pagelle

Ospina 6.5 – Un intervento impegnativo su una zuccata di Belotti, poi ben poco. Ma quell’episodio è determinante per il prosieguo del match.

Di Lorenzo 6.5 – Con una squadra così sbilanciata in avanti ha soprattutto compiti di copertura e li porta a termine al meglio.

Rrahmani 6 – Partita sufficiente anche se non riesce a dare molta sicurezza ai compagni.

Koulibaly 6.5 – La battaglia con Belotti finisce in parità. In avvio il Gallo ha una grande occasione sfuggendo proprio alla marcatura dell’ex Genk. Per dare una scossa al Napoli prende iniziativa con qualche avanzata solitaria.

Mario Rui 6 – Il dirimpettaio è Singo, quindi meglio essere cauti. Lui fa il compitino e basta quello, senza strafare.

Anguissa 6.5 – Solito apporto a centrocampo fatto di fisicità e qualità tecnica.

Fabian 7 – E’ lui che fa girare la manovra azzurra in assenza di Lobotka. Si completa con Anguissa. Se i tifosi possono festeggiare la vittoria è tutto merito suo. Conquista palla nella trequarti offensiva e si invola verso lo specchio della porta trafiggendo Berisha. Sostituito al minuto 78 da Lobotka SV.

Lozano 6 – Qualche avanzata in velocità ma senza creare pericoli clamorosi. Con i suoi movimenti crea spazi interessanti per i compagni che non sempre sfruttano. Sostituito al monuto 69 da Politano SV.

Mertens 6.5 – E’ quello che prova, più di tutti, ad arrivare alla rete personale. Ci va vicino da punizione e con un tiro dalla trequarti. Ha anche il merito di trovarsi al posto giusto e conquista il rigore. Sostituito al minuto 69 da Zielinski SV.

Insigne 5.5 – Una partita nella media, senza giocate particolari. Poi è lui che trova Osimhen in profondità nell’azione che porta al rigore. Va dagli undici metri e si lascia ipnotizzare da Berisha che compie un miracolo. Più tardi viene innescato verso la porta avversaria e si lascia rimontare da Izzo. Sostituito al minuto 78 da Elmas SV.

Osimhen 6 – Manca l’appuntamento con la rete ma dà vita ad un bel duello con Bremer. In area vede, anzi avverte, l’arrivo di Mertens e lo serve permettendogli di conquistare il penalty. Sostituito al minuto 92 da Petagna SV.

Raffaele Galasso

© Riproduzione riservata
Messaggio politico elettorale a pagamento
Paolo Ismeno Sindaco