Tennis e padel, l’estate di Todi prende forma

GRANDE TENNIS E PADEL: L’ESTATE DI TODI PRENDE FORMA
MARTEDÌ 21 GIUGNO LA PRESENTAZIONE DEL CHALLENGER
ATTESI IL SINDACO RUGGIANO E DEMETRIO ALBERTINI
COBOLLI ISCRITTO AL TORNEO, WILD CARD A PASSARO

Todi, 15 giugno 2022 – Save the date: martedì 21 giugno. È stata fissata per quella data la conferenza stampa di presentazione degli Internazionali di Tennis Città di Todi | Sidernestor Tennis Cup. Sarà l’edizione numero 14 dell’imperdibile Challenger organizzato da MEF Tennis Events da domenica 3 a domenica 10 luglio al Tennis Club Todi 1971. La giornata sarà ricca: alle ore 17 inizierà l’open day del Todi Padel Center, nuova struttura costruita all’interno del circolo di tennis. Giocatori, appassionati e curiosi potranno scendere in campo semplicemente per divertirsi o per partecipare ad un torneo organizzato ad hoc. Poi, alle ore 20, andrà in scena la presentazione alla quale parteciperanno ospiti illustri.
Le autorità a Todi – Antonino Ruggiano, sindaco di Todi; Roberto Carraresi, presidente del Comitato Regionale Umbria della Federazione Italiana Tennis; Fabio Moscatelli, consigliere regionale FIT e delegato regionale padel; Domenico Ignozza, presidente CONI Umbria; Marcello Marchesini, presidente di MEF Tennis Events e del Tennis Club Todi 1971; Lorenzo Tarpani, Lorenzo Lepri e Alessandro Tascini del Todi Padel Center; Lorenzo Alfieri e l’ex calciatore della Nazionale Demetrio Albertini, promotori (insieme a Pierluigi Casiraghi) dell’iniziativa padel a Todi. Tutti presenti in una giornata che confermerà ulteriormente la vicinanza di Todi e dell’Umbria intera allo sport, motore di grandi eventi, divertimento e benessere.
I giocatori iscritti al Challenger – Intanto è stata diramata l’entry list del Challenger di luglio. Tanti italiani iscritti, a partire dal numero 150 del mondo Flavio Cobolli che passo dopo passo sta scalando le gerarchie del circuito ATP e va a caccia di punti preziosi per fare il suo ingresso in top 100. C’è l’altro romano Gian Marco Moroni, che al netto dei problemi fisici che a settimane alterne lo costringono a fermarsi è appena diventato numero 159 del mondo, suo best ranking. Presente in lista anche Andrea Pellegrino, che a maggio a Vicenza ha conquistato il secondo titolo Challenger di una carriera in cui sembra ancora dover esprimere tutto il suo scintillante potenziale. E poi Matteo Arnaldi, reduce dall’indimenticabile esperienza agli Internazionali BNL d’Italia al Foro Italico, e i più esperti Salvatore Caruso, Alessandro Giannessi e Federico Gaio, quest’ultimo sconfitto l’anno scorso in finale a Todi dallo spagnolo Mario Vilella Martinez. Numero 1 dell’entry list l’argentino Pedro Cachin; tra i favoriti figurano anche l’olandese Jesper De Jong, lo slovacco Filip Horansky e il serbo Nikola Milojevic. L’idolo di casa, il perugino Francesco Passaro, riceverà una wild card per partecipare.
© Riproduzione riservata