Spalletti: “Questa partita non ci dirà che percorso faremo”

Si alza il sipario sul campionato del Napoli subito con una partita storicamente complicata contro l’Hellas. Il campo però dirà tutt’altro, più o meno. Cinquanta minuti di equilibrio dal punto di vista del risultato ma non del gioco. Poi gli scaligeri scompaiono dal campo e il Napoli può sfondare dappertutto. Prima gioia per gli uomini di Spalletti che lanciano un messaggio chiaro al campionato anche se sono passati solo 90 minuti dall’inizio.

Al termine del match mister Luciano Spalletti interviene ai microfoni di DAZN.

Non è un partita che dice quello che sarà il percorso. In alcuni momenti abbiamo fatto vedere che siamo giovani. Abbiamo condotto la partita in maniera netta però in alcuni casi abbiamo concesso troppo. Col possesso che abbiamo avuto non dovevamo stare sul 2-2, dovevamo far valere la superiorità“.

Sull’analisi del presidente: “Bravissimi i calciatori perché sono loro che preparano la partita in settimana. Come avevo etto in conferenza ero sicuro sulla prestazione. Il Napoli ha fatto bene a puntare su di loro“.

Su Zielinski: “Oggi è stato perfetto negli inserimenti e nei ripiegamenti. Non gli ho visto perdere un pallone e ha fatto un grande gol dopo un inserimento di 60 metri. E’ lui il primo ad essere rammaricato per lo scorso campionato perché è un bravo ragazzo“.

Su Lobotka: “Oggi sembrava Iniesta. Girava su sè stesso portando la squadra a sfruttare gli spazi che si creavano. Si faceva attaccare e poi uscivamo sul lato debole. Quando ha campo gli piace essere a disposizione dei compagni. E’ un po cinghialotto nel fare“.

Sui leader: “C’è Di Lorenzo che è diventato capitano. Oggi ha detto delle cose alla squadra da vero capitano. Ha iniziato bene questo campionato. Se riusciremo a coinvolgere anche i nostri tifosi possiamo divertirci ancora“.

Sui mille tifosi del Napoli al seguito della squadra: “Si sono fatti sentire come sempre. Possono stare tranquilli che quelli che vestono la maglia conoscono la passione dei nostri tifosi. Nessuno di noi prenderà questo impegno non con il massimo impegno“.

Sul debutto di Kvara: “Lui ha fatto vedere di andare leggero in alcune situazioni che potevano essere lo sbocco per la squadra. E’ un calciatore completo, ha fatto un gol bellissimo. Poi ha cominciato a sentire il muscolo tirare perché era anche emozionato. Ha sentito il debutto“.

© Riproduzione riservata