Spalletti: “Perdere dá sempre fastidio”

ADV
ADV
ADV

Le parole di Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, ai microfoni di DAZN dopo la sconfitta contro il Monza. “Oggi meno pulizia di gioco, questo per noi diventa difficile se siamo costretti a dover rincorrere su queste ripartenze. Gli dai sempre la possibilità di attaccare gli spazi. Quando si perde c’é sempre un leggero fastidio, non solo mio ma anche loro. Dipende da tante cose, tu sei un professionista perché ti comporti sempre alla stessa maniera cercando sempre gli stessi obiettivi. Puoi festeggiare per due giorni come con la Fiorentina e hanno fatto la partita, questa settimana si sono allenati benissimo e quello che é un sotto livello di qualità di oggi é una cosa che non puo’ succedere ma poi si fanno ugualmente i complimenti. Autodisciplina e non io ho giocato poco, sono autosegate”.

Con Kvaratskhelia in campo la squadra avanza con il baricentro. “Sa fare molto bene tante cose, deve metterci un pochino di più quando la palla é degli altri. Se lui assume una posizione corretta per gli altri diventa più facile lavorare negli spazi ridotti, sicuramente é un calciatore favoloso in fase di possesso. Quando ha palla lui gli altri lo temono, lo raddoppiano, questo libera degli spazi per giocare da altre parti. E’ un calciatore stratosferico”.

 

Come si investe questo tempo a disposizione? “Le società come il Napoli sono abituate a programmare, tu la sera prima puoi decidere di andare in vacanza e parti ed uguale é per i calciatori. Bisogna essere bravi a tirare al volo”.

Il suo futuro? “Il Napoli ha fatto vedere di essere attrezzato a fare le squadre, sa programmare e scegliere all’ultimo momento. Ci siamo trovati a dover rimpiazzare qualcosa all’ultimo momento e lo staff di Giuntoli ha proposto dei calciatori che abbiamo valutato. Hanno nel mirino diversi calciatori, se c’é bisogno si vanno a valutare”.