Serie A2, girone Sud: il punto sulla dodicesima giornata

latina-pallanuoto

Comincia all’insegna dell’assoluto equilibrio la seconda fase del campionato di serie A2, girone Sud. Nella dodicesima giornata, la prima di ritorno, si registrano due pareggi, tre successi di misura decisi nel finale di altrettanti incontri tiratissimi e una vittoria con tre reti di scarto della capolista che ha però dovuto allungare nel finale per stroncare sul nascere le velleità di rimonta avversarie. La Carpisa Yamamay Acquachiara riesce a superare l’insidiosa trasferta di Crotone incamerando un pareggio che vale oro per come si era sviluppata la partita. A decidere le sorti del confronto le due reti messe a segno negli ultimi dodici secondi di gioco dagli ospiti per recuperare il doppio svantaggio e fissare così il 5-5 conclusivo. Eroe di giornata capitan Tozzi che sull’ultima azione pressa in maniera forsennata Perez inducendolo all’errore e lascia partire un tracciate da distanza siderale che non lascia scampo al portiere calabrese e fa esplodere di gioia il gruppo biancoazzurro. Continua senza freni la corsa della capolista R. N. Salerno che supera in trasferta una coriacea Copral Muri Antichi Catania e consolida così il suo primato aumentando a sei lunghezze il vantaggio sulla seconda. Ottimo l’approccio degli ospiti che grazie ad una straordinaria fase difensiva s’involano fino al 6-2 a fine terzo periodo tenendo la porta inviolata per i primi sedici minuti ma quando la partita sembra chiusa subiscono il ritorno dei catanesi, bravi a riportarsi sul – 1 grazie ad un break di 3-0. Il sette di Citro non vuole però saperne di mollare punti e sospinto dalle reti di Scotti Galletta e Cupic chiude i conti per il 9-6 finale.  Sconfitta di misura per la Tgroup Arechi che nell’incontro disputato alla Vitale viene superata per 6-5 dal Cus Unime. A decidere le sorti di un confronto sviluppatosi per gran parte della sua durata sui binari di un sostanziale equilibrio la rete siglata da Provenzale in apertura di ultima frazione mentre i padroni di casa possono recriminare per non aver trasformato nessuna delle superiorità numeriche a propria disposizione. Il gol siglato da Calcaterra a sei secondi dal suono della sirena finale sigla il 9-8 grazie al quale il Pescara supera un’ottima Cesport dopo un confronto emozionante e ricco di colpi di scena. Vibranti proteste in casa partenopea per il metro di giudizio adottato dalla coppia arbitrale nel corso dei trentadue minuti. Seconda vittoria di fila in trasferta per la Latina Pallanuoto Anzio (nella foto di copertina di Manuel Schembri) che batte 9-8 la Roma 2007 Arvalia al termine di una tiratissima sfida punto a punto. A decidere le sorti di una contesa che ha trovato il suo epilogo nell’ultima frazione la rete siglata da Barberini a sette secondi dalla fine delle ostilità. I pontini, trascinati dal poker del cannoniere Goreta, riagguantano così il secondo posto sia pur se a sei lunghezze dalla capolista. Un monumentale Saric, poker di reti per il montenegrino, tiene a galla il Telimar che grazie alla rete siglata nel finale da Fabiano corona la rimonta in casa della Roma Vis Nova fissando il punteggio sul 7-7 conclusivo, risultato che permette ai siciliani di conservare la seconda piazza, sia pur in coabitazione con il sette allenato da Mirarchi.