Serie A: la presentazione della ventesima giornata

Non vuole fermare la sua corsa da record la Lazio. La formazione allenata da Inzaghi, terza a quota quarantadue ma con una partita da recuperare, inaugura il girone di ritorno ricevendo all’Olimpico la Sampdoria, sedicesima con diciannove punti. I biancocelesti puntano decisi all’undicesima vittoria consecutiva per allungare il proprio record e tenere il passo delle dirette rivali ma dovranno tenere a bada la voglia di inanellare un risultato positivo che aiuti a scalare posizioni dei doriani. Reduce da tre ko di fila il Sassuolo ha bisogno di porre un argine al momento negativo per non farsi risucchiare in zona retrocessione. Non sarà però assolutamente facile il compito dei neroverdi che al Mapei Stadium ospitano un Torino che grazie alle ultime affermazioni si è portato a sole due lunghezze dalla sesta piazza. Inizia dal San Paolo la rincorsa del Napoli che con una eccellente seconda parte di torneo vuole dimenticare un girone di andata assolutamente insufficiente che al momento relega gli azzurri all’undicesimo posto. Sarà importante inserire al meglio i nuovi arrivati per trovare l’equilibrio necessario a regolare una Fiorentina che arriverà a Fuorigrotta alla ricerca della continuità dopo il ritorno al successo di domenica ai danni della Spal. Nel lunch match domenicale prova ad aprire una striscia di risultati positivi il Milan che dopo il ritorno al successo di Cagliari punta sull’effetto Ibra per avere ragione di un’Udinese che ha racimolato l’intera posta in palio nelle ultime tre esibizioni e attraversa un ottimo momento di forma. L’assoluta ricerca di punti importanti accomuna le due contendenti nella sfida del Rigamonti. Il Brescia deve reagire alle due ultime battute d’arresto per riprendere un trend positivo che gli permetta di risalire dal fondo della graduatoria mentre i sardi hanno ormai dilapidato tutto il vantaggio sulle dirette rivali e devono interrompere il flusso di quattro ko di fila per non uscire dalla zona Europa. Vuole sfruttare il fattore campo a propria disposizione e il sostegno del Dall’Ara il Bologna ma l’undici di Mihajlovic dovrà sfoderare una prova maiuscola per riuscire ad avere ragione di una compagine scaligera fin qui autrice di un percorso eccellente. Delicatissima sfida interna al Luigi Ferraris per il Genoa di Nicola che non ha saputo trovare la doverosa continuità dopo il buon esordio. Riparte da Lecce, pugliesi reduci da una  serie di quattro ko in altrettante esibizioni, la corsa dell’Inter che dopo aver perso allo sprint il titolo d’inverno vuole prolungare la sua striscia d’imbattibilità esterna per non concedere ulteriori vantaggi alla capolista. A complicare ulteriormente la difficile situazione dei rossoblù l’obbligo della Roma di tornare ad incamerare l’intera posta in palio dopo i ko interni contro le due formazioni torinesi per difendere la quarta piazza dall’assalto dell’Atalanta.  Nel posticipo serale la Juventus, reduce dal roboante 4-0 inflitto all’Udinese negli ottavi di coppa Italia, riceve all’Allianz Stadium un Parma che ha il vantaggio di giocare senza pressioni psicologiche e ad un solo punto dalla zona Europa. Dopo l’impressionante dimostrazione di forza offerta la settimana scorsa a San Siro i ragazzi di Gasperini, decisi a riscattare la prematura eliminazione in coppa Italia, affrontano al Gewiss Stadium il fanalino di coda Spal, avversario assetato di punti importanti, in un match nel quale il rischio di sottovalutare l’impegno potrebbe costituire il rischio maggiore.