Serie A: il punto sulla trentottesima giornata

punto-serie-a-3

Inter e Atalanta in Champions, Milan e Roma in Europa League, Empoli retrocesso in serie B. Questi i verdetti emessi dagli ultimi novanta, emozionanti minuti del campionato di serie A, edizione 2018-19. A San Siro la rete di Nainggolan, pronto a ribadire in porta la palla respinta dal palo su conclusione di Vecino, a nove minuti dal novantesimo consegna all’Inter il successo per 2-1, di Keita poi espulso nel finale la rete dell’iniziale vantaggio nerazzurro, che certifica l’ingresso tra le prime quattro e piega la resistenza di un Empoli che torna in cadetteria ma avrebbe meritato sorte ben diversa per il gioco espresso. A Reggio Emilia Berardi porta in vantaggio il Sassuolo ma gli emiliani nulla possono contro la voglia degli orobici di coronare un sogno che viene concretizzato dalle firme di Zapata, Gomez e Pasalic. L’undici di Gasperini conclude così la sua annata con uno storico terzo posto. Prova fino in fondo a piazzare lo spunto vincente il Milan che a Ferrara supera 3-2 una combattiva Spal con la doppietta di Kessie e la rete di Calhanoglu ma ai rossoneri resta solo l’amarezza per aver fallito in extremis l’obiettivo principale, delusione mitigata in parte dall’ingresso nel tabellone principale del secondo torneo continentale. Nel giorno della festa per l’addio di De Rossi ai colori giallorossi la Roma chiude in bellezza un’annata problematica regolando 2-1 il Parma all’Olimpico grazie alla conclusione deviata di Pellegrini e al colpo di testa da distanza ravvicinata di Perotti. Le reti nel finale di Defrel, undicesimo centro per il francese, e Caprari, deliziosa la parabola disegnata dal trequartista, firmano il 2-0 con il quale la Sampdoria piega la Juventus e infligge il quarto ko nel torneo ai campioni d’Italia nel giorno dell’ultimo atto ufficiale di Allegri sulla panchina bianconera. I blucerchiati festeggiano così nel migliore dei modi la vittoria nella classifica marcatori di Fabio Quagliarella che, prima della gara, viene premiato come miglior attaccante della competizione.  Il Bologna corona il suo eccellente girone di ritorno conquistando un nuovo risultato di prestigio. Il 3-2 ottenuto al Dall’Ara sul Napoli, doppietta di Santander, consente ai felsinei di battere il record di punti nell’era Saputo e di chiudere l’annata al decimo posto. Terminano a reti bianche sia Frosinone – Chievo che Fiorentina – Genoa, punto che certifica la matematica salvezza per entrambe. Successo esterno per l’Udinese di Tudor che alla Sardegna Arena piega 2-1 il Cagliari con le reti della coppia Halfreddsson-De Maio che ribaltano l’iniziale vantaggio dei sardi siglato da Pavoletti. Si congeda dai suoi tifosi nel migliore dei modi il Torino che nell’anticipo pomeridiano supera 3-1 la Lazio e chiude settimo con sessantatré punti a tre sole lunghezze da quella qualificazione alla prossima annata delle coppe europee che i granata avrebbero probabilmente meritato.