Sarri : “Non accetto una partita timorosa.”

A poco più di 24 ore dall’attesissimo match di Champions League con il Real Madrid, hanno parlato ai microfoni della sala stampa del Santiago Bernabeu, Maurizio Sarri e i due ex Josè Callejon e Raùl Albiol.

Si inizia parlando della faccia tosta del Napoli :”Fare una partita timorosa qui sarebbe controproducente. Cercheremo di avere la follia di venire qui a giocare il nostro calcio, sapendo che anche riuscendoci potrebbe non bastare contro la squadra campione del mondo in questo momento. Per noi è importante vedere a che punto siamo al confronto di queste squadre al top. E’ molto bello essere qui a giocare questa partita.”

Si passa ad eventuali dubbi di formazione “Non ho alcun dubbio tattico, faccio giocare la squadra più offensiva possibile ma con la capacità di poter difendere in maniera buona. Non è che cambiando due uomini diventiamo una squadra capace di contenere il Real Madrid. Avrò la squadra più offensiva possibile.”

Il mister parla anche delle ripartenze: “Sulle ripartenze non palleggiamo mai, andiamo quasi sempre in verticale. Siamo diventati abbastanza bravi in quello, ma troviamo una squadra che in ripartenza è la più forte del mondo. Dobbiamo essere bravi in ripartenza, ma ancora di più a contenere le loro.”

Sarri dimostra di avere grande umiltà non dimenticando i suoi inizi :”Per me è gratificante aver fatto questo tipo di carriera. E’ stato formativo perché soprattutto in certe categorie vedi di tutto e di più e o cresci o molli. E’ stato un percorso che dovrebbe essere fatto da tutti, poi ci sono grandi eccezioni, ma sicuramente Guardiola – che per me è il migliore – ha fatto dei danni. Avendo fatto bene subito ha convinto diverse società a provare a fare altrettanto.”

Il muro del Santiago Bernabeu potrebbe condizionare la sfida :“Può influire sicuramente. Abbiamo avuto anche trasferte difficili. La nostra squadra può fare bene sia in casa che in trasferta, anche se in casa sono state partite particolari. Qui il Real ha sempre avuto grandi squadre e quasi sempre vinto perché aveva dei campioni.”

Non ci sono differenze tra una partita di campionato ed una di Champions :”No, anche perché ho avuto poco tempo a disposizione. Abbiamo cercato di curare tutto il possibile, sapendo che contro il talento non ci sono grandi antidoti altrimenti i grandi campioni non sarebbero esistiti. Si può limitare, ma un colpo di talento spesso decide le partite ed è giusto che sia così.”

Il Napoli potrebbe avere dei problemi di “congelamento” :”Le reazioni sono personali e non so cosa succederà ai giocatori. Stiamo crescendo come mentalità come dimostra il campo, a livello di personalità dobbiamo mostrare qualcosa. Alla squadra ho detto che accetto tutto tranne una prestazione timorosa. Se staremo in area novanta minuti dev’essere perché il Real ci schaccia, non per colpa nostra.”

Meglio marcatura a uomo o a zona per Ramos? :”Ha fatto sette gol su otto mentre era marcato a uomo.”

L’esodo azzurro non è di certo passato inosservato, neanche la presenza di Maradona :”Diego ancora non l’abbiamo visto e spero di vederlo prima della partita e che possa parlare due minuti con la squadra. Se ti dà fiducia è benzina per il morale della squadra. Mi ritengo fortunato a essere qui, ma sapendo di essermelo conquistato sul campo.”

Sono intervenuto nell’intervista anche Josè Callejon e Raùl Albiol.

Callejon :”E’ un’emozione particolare perché qui abbiamo vinto tanto. E’ una sfida importante per il Napoli e in questi 180 minuti vogliamo mettere in difficoltà il Real, anche se sarà difficile. Abbiamo la convinzione di poter fare grandi cose.” Continua il numero 7 del Napoli, parlando del possibile vantaggio del ritorno a Napoli :”E’ importante, ma non determinante perché l’avversario è sempre difficile. Dobbiamo provare a mettere in difficoltà il Real Madrid.”

A Raùl Albiol viene chiesto quanto sia difficile contrastare il loro attacco :”Conosciamo le caratteristiche del loro attacco, ma sappiamo che sarà molto dura giocare contro il Real. Daremo tutto e faremo il nostro gioco per tenere aperta la qualificazione in vista del ritorno.”
La poca esperienza potrebbe sfavorire il Napoli. Questo quello che pensa Callejon :”non siamo una squadra molto matura in Europa, ma abbiamo la possibilità di dimostrare di essere all’altezza. La poca esperienza potrebbe diventare una cosa positiva.”

Albiol proverà a dare consigli ai compagni. :”Stiamo crescendo anno dopo anno. Dopo un ottimo girone, possiamo mostrare il nostro gioco anche qui. E’ una partita che può cambiare anche in un secondo, ma lo sappiamo. Entreremo in campo con una mentalità che ci potrebbe consentire di superare le difficoltà e daremo tutto per mettere in difficoltà il Real. Potrebbe essere una tappa per continuare a crescere. Abbiamo ragazzi di qualità e carattere, questo stadio è simile allo Stadium. Sono partite che piacciono a tutti.”
Continua parlando sempre di Cristiano Ronaldo:” Cristiano è uno dei giocatori migliori del mondo. Bisogna fermare la squadra e conterà la fase difensiva di tutti. Sappiamo che sono forti in ripartenza e dovremo fare una partita compatta per fermare tutti, sono tanti bravi non solo Ronaldo.”

Callejon sulle possibilità di vittoria del Napoli:” Il Real Madrid è favorito, ma noi abbiamo tanta voglia di fare bene e crescere come squadra e società.”
Il Napoli è una squadra offensiva, ma andrebbe bene anche un pareggio. “Noi veniamo qui per giocare la nostra partita. Ci troviamo bene col modo di giocare di Sarri e continueremo a giocare così, anche perché sta dando risultati. In una sfida andata-ritorno il pareggio sarebbe buono, ma sappiamo tutte le difficoltà del caso. Ma non possiamo tradire la nostra mentalità e cercheremo di vincere. E’ fondamentale per noi. Il pari sarebbe un buon risultato, ma è importante fare gol in vista del ritorno. Vogliamo uscire dal campo sapendo che abbiamo giocato la nostra partita.”

© Riproduzione riservata