Verso Salisburgo-Napoli, le ultime dall’Austria

Attraverso il sito ufficiale, la Red Bull Salisburgo, comunica che non sarà disponibile per il match di giovedì (ore 18.55 alla Red Bull Arena) degli ottavi di ritorno d’Europa League, contro il Napoli, il centrocampista serbo Zlatko Junuzovic per problemi muscolari alla coscia. Gli altri due calciatori indisponibili per il return match con i partenopei sono il jolly di difesa e centrocampo Marin Pongracic, anch’egli vittima di un infortunio al bicipite femorale, e il centrocampista  Xaver Schlager.

Per le partite di campionato la Red Bull Arena registra una media di 2500 spettatori. Tutta una altra storia per gli impegni in Europa League dei campioni d’Austria. Difatti, nonostante il tris secco che il Napoli ha rifilato alla squadra di mister Rose allo stadio San Paolo ci sarà il sold out (29.500) alla Red Bull Arena per il match che andrà in scena giovedì alle ore 18.55. Ci sarà il tutto esaurito nell’impianto austriaco per la seconda volta in stagione. Il Napoli fa cassetta. E a supporto dei partenopei ci saranno 1500 sostenitori provenienti dall’Italia che albergheranno nel settore ospiti. Il precedente sold out si è registrato nella gara della fase a gironi dell’Europa League nel “derby” della Red Bull con il Lipsia (1-0).

Imbattutti in Europa. Il Salisburgo non ha mai perso in 17 gare europee interne, vincendone 13. Non ha subito più di un gol nelle ultime 16 gare casalinghe di UEFA Europa League, spareggi inclusi, mantenendo la rete inviolata 10 volte e vincendo le ultime sei.

La maledizione della Champions. In estate la Stella Rossa ha celebrato il ritorno nelle’x copap dei Campioni. E ha poi partecipato alla fase a gironi esordendo davanti al pubblico amico facendo 0-0 con il Napoli. Proprio i serbi hanno eliminato il Salisburgo, che così ha continuato il personale tabù con i preliminari per l’accesso alla massima competizione europea. Dopo uno 0-0 tra le porte chiuse di Belgrado e un 2-2 in casa, in estate si è consumata la tredicesima eliminazione consecutiva agli spareggi per la Champions, una storia che inizia nel 1995. La beffa si fece atroce considerando che gli austriaci erano in vantaggio di due reti fino al 65′, quando sono stati infilati due volte in un minuto. E’ il 1994 quando il Salisburgo, finalista perdente di Coppa Uefa contro l’Inter, affronta i primi preliminari della sua storia in Champions, vincendo 2-1 in casa e 3-1 in trasferta contro gli israeliani del Maccabi Haifa; l’avventura finirà alla fase a gironi, contro Milan, Ajax e  Aek Atene. Dopo, solo amarezze.

© Riproduzione riservata
Messaggio politico elettorale a pagamento
Paolo Ismeno Sindaco