Rudi Garcia: “Prima della Champions è sempre difficile. Serva da lezione”

ADV
ADV
ADV

Rudi Garcia, allenatore del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport nel post- partita di Genoa-Napoli. Le sue parole: “Sappiamo che non abbiamo giocato bene soprattutto nel primo tempo. Abbiamo preso due gol su calcio d’angolo, poi è uscita fuori la reazione della squadra. Prima della Champions League è sempre difficile essere concentrati sul campionato, ma è solo colpa nostra. Il risultato non è stato colpa degli episodi anche se c’era un fallo su Anguissa”.

 

Raspadori trequartista può essere più pericoloso davanti? “Dobbiamo avere più frecce nel nostro arco, Raspadori trequartista è una soluzione. Ha partecipato alle quattro partite che abbiamo giocato, è stato titolare nelle prime due. Sono contento che stasera abbia segnato perchè se lo merita, è un giocatore importante per noi”.

 

La Champions League è un obiettivo concreto? “La Champions non può essere un obiettivo, ma è un’ambizione. Oggi venivamo da una sconfitta in casa e mi aspettavo una squadra più protagonista, spero ci serva da lezione per farci capire che dobbiamo giocare al massimo dall’inizio”.

 

Rrhamani come mai in panchina?

“Non andava rischiato, abbiamo cambiato i piani. Doveva giocare con Natan ma non potevo cambiare tre uomini su quattro in difesa. Sono contento del reparto, non è colpa loro se abbiamo preso due gol. Mi è piaciuto Ostigard, Natan avrà il suo spazio ma dovrà entrare in una difesa più solida con Rrahmani al suo fianco”.