Nuovo messaggio di Garcia per i tifosi: “Darò il massimo per vedervi ancora festeggiare”

ADV
ADV
ADV

Il neo allenatore del Napoli Rudi Garcia ha rilasciato un’intervista ai canali ufficiali del club in occasione della sua presentazione al Museo e Real Bosco di Capodimonte, che è stata pubblicata oggi dalla SSC Napoli. Ecco quanto raccolto dalla nostra redazione:

Le prime sensazioni da allenatore del Napoli sono buone, ho ricevuto un’accoglienza calorosa e ringrazio i tifosi. Quando sono arrivato in città e ho visto tutte queste bandiere e striscioni per celebrare lo scudetto è stata un’emozione. Qui si parla di calcio, si mangia calcio e si vive calcio. Avendo affrontato il Napoli da avversario so bene che la tifoseria incide tanto, mettendo pressione alle altre squadre e ricaricando i propri giocatori, quindi non vedo l’ora di viverlo in casa“.

La passione per gli strumenti musicali: “Se dovessi associare il Napoli ad un genere musicale lo assocerei ad una musica gioiosa che ti fa venire voglia di ballare“.

Napoli città: “Ho visitato in passato Pompei e sono andato sulla costiera amalfitana ed è stato pazzesco. Però Napoli non l’ho mai girata perché era un po’ difficile. Ora da allenatore del posto sarà complicato, anche se voglio visitare lo stesso e conoscere città e regione. Ci sono così tante cose da fare che una volta che avremo fatto un bel lavoro andrò a passeggiare per riposarmi e vedere tutte queste cose“.

Il messaggio per i tifosi: Non so ancora nulla in napoletano, ma sono sicuro che in vostra compagnia imparerò presto. Grazie ai tifosi per la bella accoglienza e posso solo assicurare che darò il mio massimo per continuare a vedere queste persone festeggiare come ho visto al mio arrivo”.