Rotazioni in vista per l’Udinese

Verso Napoli-Udinese di Coppa Italia. Appuntamento giovedì al San Paolo, alle ore 21, per il turno unico degli ottavi di finale della manifestazione che assegna la coccarda tricolore. Per adesso sono stai intanto staccati 4250 biglietti dal cassiere per la notte della Coppa. Il Napoli, intanto, torna in Coppa Italia, dopo la “maledetta” nottata di maggio, un 1 a 3 amaro alla Fiorentina, sebbene l’alzata della quinta Coppa Italia della storia del Napoli, la seconda della era calcistica contemporanea all’ombra del Vesuvio. Si tornerà in contesa in ricordo di Ciro Esposito, chiaramente, con l’obiettivo primordiale di arrivare sino all’ultimo atto dell’edizione 2014/2015. Per il Napoli di Rafa Benitez, lo specialista di Coppe. Di titoli nazionali ne ha vinti solo due e per una favola chiamata Valencia campione. La difesa della Coppa… di Rafa, è da dentro o fuori con una Udinese che in campionato ha battuto di misura il Napoli allo stadio Friuli. Oltre alla qualificazione ai quarti, va dimenticato anche quel sabato pomeriggio in terra friulana. Le rotazioni, comunque, sono dietro l’angolo per l’impegno di Coppa Italia. Giocherà la sua seconda partita da portiere del Napoli Mariano Andujar, dopo aver difeso i pali dei partenopei nell’ultimo atto del girone di Europa League, a Fuorigrotta, con il “materasso” Slovan Bratislava. In difesa ci saranno Maggio e Strinic (o Mesto) sui lati e Britos ed Henrique in mezzo. Sarà occasione di riscatto per Jorginho; Inler è squalificato come il difensore centrale Raul Albiol. Tornerà Duvan Zapata al centro dell’attacco, anche se il Pipita Higuain potrebbe essere utilizzato nella seconda parte di gara perché il centravanti francoargentino scalpita avendo tanta fame di gol. Lui che è il capitano senza fascia del Napoli dell’attualità. A supporto del riferimento avanzato, è scontato l’esordio dal primo minuto al San Paolo di Manolo Gabbiadini, come del rientro nell’undici di partenza del capitano Marek Hamsik, mentre Benitez potrebbe concedere un turno di riposo a Josè Maria Callejon effettuando una staffetta programmata tra Mertens e De Guzman. Il Napoli, c’è intanto da dire che, prima della diramazione dei convocati per la partita di Coppa Italia con l’Udinese di Andrea Stramaccioni, ha da svolgere due allenamenti al mattino, dopo la “ripresa” di ieri.

Antonio Russo

da Cronache di Napoli del 20 gennaio 2015

© Riproduzione riservata