Rossi: sabato la vittoria è troppo importante per noi

simone-rossi

Nel corso di una stagione agonistica alcune partite finiscono per assumere inevitabilmente un valore diverso. Quella in programma sabato a Casoria contro il Circolo Canottieri Ortigia costituisce un bivio per il Circolo Nautico Posillipo. Battere i siciliani rilancerebbe autorevolmente le ambizioni rossoverdi di arrivare tra le prime cinque legittimando l’ottimo avvio dopo il racimolato nelle ultime tre uscite. Al contrario un risultato negativo avvicinerebbe la squadra alle zone basse della classifica. Da questa consapevolezza parte la riflessione di Simone Rossi ( nella foto di copertina di Manuel Schembri). Il difensore analizza il momento vissuto dal gruppo di Brancaccio, si sofferma sul suo buon avvio e presenta poi le insidie dell’incontro con il sette di Piccardo. Giacoppo e compagni arriveranno in Campania sicuramente galvanizzati dall’impresa compiuta in Grecia, splendida la vittoria 9-6 in casa del Vouliagmeni nel ritorno dei quarti di finale di Euro Cup che ha ribaltato la sconfitta di misura subita all’andata,risultato che ha permesso loro di qualificarsi per la prima volta nella storia per una semifinale di una coppa europea.

Quale eredità vi ha lasciato la partita contro il Brescia?

Sicuramente perdere non è mai bello c’è da dire che rispetto ad altre squadre ce la siamo giocata di più, il Brescia è una squadra completa forte fisicamente e tecnicamente che riparte ad ogni azione… è stata una partita molto dura sul piano fisico ma in difesa tutto sommato abbiamo giocato anche bene.. il problema è stato in attacco in certe fasi giocavamo con la prima linea troppo alta e quindi troppo lontani dalla porta dobbiamo migliorare qui soprattutto!

Difensore completo in grado di assicurare un buon contributo anche in zona gol. Come valuti il tuo inizio di campionato?

Sicuramente è stato un buon avvio mi auguro di continuare ma soprattutto di migliorare partita dopo partita, rispetto al passato c’è stata una maggiore consapevolezza sarà anche l’esperienza che mi aiuta ma è l’atteggiamento in ogni allenamento che aiuta a crescere e a migliorare e sto lavorando molto su me stesso cercando di andare oltre i miei limiti!

Sabato arriva l’Ortigia in uno scontro che mette in palio punti pesanti per un piazzamento in zona playoff. Che tipo di partita ti aspetti?

Sabato siamo ad un bivio o meglio ,vincere è troppo importante per il nostro cammino e la nostra ambizione, perdere invece ci metterebbe in una situazione più difficile sia per l’accesso ai playoff che per la salvezza, ci avvicineremmo alle squadre di bassa classifica! Dobbiamo avere l’approccio che abbiamo avuto nel derby quella rabbia e mettere in acqua quella voglia di ottenere il risultato a tutti i costi… sarà una partita punto a punto che si deciderà alla fine secondo me.

Quanto peserà l’assenza di Giuliano Mattiello nello sviluppo della vostra manovra offensiva?

Per sopperire alla pesante assenza di Giuliano stiamo provando soluzioni alternative… in queste situazioni ognuno di noi deve dare quel qualcosa in più senza strafare ma con il gioco di squadra sono sicuro che possiamo far bene.

In un duello nel quale le difese potrebbero recitare la parte del leone quanto conterà mettere a referto una buona percentuale in superiorità numerica.

Nella pallanuoto quasi tutte le partite si decidono sull’uomo in più e sull’uomo in meno,  è importante essere cinici e approfittare di ogni situazione e punire l’avversario quando si crea l’occasione, non come contro il Savona!

Vapenski, Espanol, Giacoppo ed un’eccellente fase di non possesso. Quali sono invece, a tuo avviso, i punti deboli dell’Ortigia da poter sfruttare a vostro vantaggio?

Loro sono una squadra pesante anche se ha un paio di giocatori veloci ma dobbiamo comunque puntare sulla dinamicità e sul movimento. Dobbiamo ripartire ogni volta senza però scoprirci ai contropiedi! Sarà sicuramente una bella partita!