Rione Terra Volley, il punto

Rione Terra senza Calabrese, Ferrara e Montó ma soprattutto senza paura e quando la Folgore prova a scappare, 9-12 poi 11-14, si arriva al 15-15 con i flegrei trascinati dagli attacchi di Saggiomo, la verve di Giordano e la leadership di Coppola, bravo anche alla battuta. I costieri sembrano accusare, sbagliano ed il Rione Terra, contro ogni pronostico, si ritrova sul 19-17. Palumbo fa sognare i suoi ancora avanti nel punteggio (21-19) ma nel finale Lugli prima, Sartirani e Ferenciac poi salgono in cattedra è c’è il contro sorpasso 22-23. Ultimi scambi al cardiopalma ma prevalgono gli ospiti: out di Saggiomo ed è 23-25. Grandi rimpianti per i gialloblu. Nel secondo set, il Rione Terra è costretto a rincorrere 2-5 ma non molla. L’ace di Lugli vale il 7-9 poi la Folgore scappa, prima 10-14 poi 11-17. Sembra una passeggiata per i viaggianti ma non lo è. I biancoverdi si portano sull’15-24 ma d’orgoglio i puteolani riducono le distanze. Occorre un time out agli ospiti per spezzare ritmo ai flegrei e dopo l’errore alla battuta di Graziosi è 21-25. Nel terzo set i padroni di casa non si danno per vinti ma calano alla distanza. Dopo 1-4 firmato Lugli, Pozzuoli non molla (3-5) poi 6-6. Saggiomo è ancora caldo così come la temperatura all’interno del PalaErrico e gli ospiti si innervosiscono ed il Rione Terra scappa via 12-8. I puteolani tuttavia non sfruttano la situazione e dopo il time out la Folgore ritrova il bandolo della matassa (13-14 con Ferenciac che mura l’ennesima schiacciata di un ottimo Palumbo). È il momento dove si decide il match: la Folgore scappa via e gli uomini di coach Cirillo, provati mentalmente, non ne hanno più per reagire e si arriva ad un comodo 22-25. Ottava vittoria per i costieri, ma tanti applausi per un Rione Terra decimato ma mai domo.