Impresa storica del Rione Terra Sibilla: batte tutti nei playoff e viene promosso in Eccellenza

ADV
ADV

NOLA – Nel giorno della festa della mamma, i figli del Rione Terra Calcio Sibilla hanno regalato la promozione in Eccellenza. Un’impresa storica, realizzata per la prima volta dalla nascita di questa società, ma resa ancor più imponente dal fatto che i flegrei erano, tra le squadre rimaste, l’unica non arrivata sul podio del proprio girone, e che perciò hanno dovuto giocare tutti e tre i turni playoff fuori casa e con lo svantaggio di avere un unico risultato: la vittoria. E la vittoria è arrivata. Nei supplementari, grazie alla rete di Lucignano dopo 112 minuti di una gara con un’intensità pazzesca, contro un Cimitile spinto da un tifo incessante. La nona vittoria di fila è la più preziosa di tutte, perché vale l’approdo nel più importante campionato regionale.

LA PARTITA – Il Rione Terra Sibilla non si fa intimorire dall’ambiente e parte forte: al 12′ Mari salta l’uomo a sinistra e mette in mezzo un cross che viene respinto sul destro volante di Mennella, che però finisce fuori. Al quarto d’ora Sardo impegna Genovese con una punizione che si abbassa all’improvviso, ma il portiere è attento. Un minuto dopo si fa vedere per la prima volta il Cimitile con un tiro a giro di Di Meo ben bloccato da Navarra, ma è il Rione Terra Sibilla a passare: al 18′ Mari scappa nuovamente a sinistra e mette in mezzo un cross che viene sporcato da una deviazione, ma dal contrasto in area sbuca Lucignano che ribadisce in rete col destro per l’1-0 degli ospiti. La punta bacolese ci riprova un minuto dopo con un tiro da fuori, che però è centrale. Nella ripresa il Cimitile aumenta la spinta col sostegno dei tifosi. Al 55′ arriva infatti il pareggio dei padroni di casa con la deviazione sul secondo palo di Del Sorbo su azione da calcio d’angolo. Il Rione Terra Sibilla ci riprova su punizione, ma Sardo sfiora l’incrocio dei pali dai 25 metri. A 3′ dalla fine il Cimitile va vicino a completare la rimonta grazie ad un fallo non fischiato su Granata, dalla cui azione Gaetano mette in mezzo per Diabaka, che si divora il gol facendosi bloccare il tiro dal solito Navarra. All’ultimo dei 4′ di recupero ci prova Raiola con una conclusione da posizione laterale, ma Navarra amministra con la manona. Con le squadre sopraffatte ormai dalla fatica, ai supplementari Cirino sfiora l’incrocio con un destro da fuori e Del Sorbo risponde con un tiro troppo d’esterno dopo un contrasto vinto al limite dell’area. Quando la situazione sembra compromettersi per i flegrei, un corner al 112′, impattato perfettamente da Lucignano e indirizzato nell’angolino, regala una gioia immensa a mister Faustino e ai suoi ragazzi. La promozione in Eccellenza diventa realtà.

ASD CIMITILE: Genovese, Del Sorbo (115′ Marotta), Barbarello, Bove (88′ Albertini), Sena, Tirri, Raiola, Gaetano (98′ Ricchiuti), Di Benedetto (46′ Diabaka), Di Meo, Alfieri (85′ Marulli).

RIONE TERRA CALCIO SIBILLA: Navarra, Lanuto (58′ Castaldo), Iervolino, Romano, De Vito (85′ Campolo), Cirino, Mennella (63′ Scherillo), Granata (106′ Improta), Sardo, Lucignano, Mari (70′ Migliaccio).

MARCATORI: 18′ e 112′ Lucignano, 55′ Del Sorbo.

ARBITRO: Mauro Tomei (Sapri)

ASSISTENTI: Marco Infante (Battipaglia) e Davide Adinolfi (Salerno)