Primavera2: Napoli-Lecce 1-2

Foto: tifocosenza.it

A Cercola va in scena il recupero tra Napoli e il Lecce, che guida la classifica del Girone B. Si è assistiti ad una bella gara con entrambe le formazioni che hanno fatto vedere un bel gioco. Il primo tempo si è chiuso con il Lecce in avanti, grazie all’1-2 firmato nei primo quarto d’ora, il Napoli accorcia sul finire del primo tempo. Nella ripresa è una formazione azzurra più “cattiva”, con i salentini che non risparmiano azioni da gol. La formazione di Cascione due ottime chance per pareggiarla: la prima la spreca Labriola su rigore e la seconda in pieno recupero capita all’estremo difensore azzurro salito in area avversaria per l’ultima occasione del match, ma colpisce il palo di  testa, nel vero senso della parola. 

LA PARTITA – Le due formazioni sono schierate in campo con lo stesso modulo: il 4-2-3-1. All’ 2’ il Lecce su azione di calcio d’angolo chiama in causa Idasiak che para facilmente la debole conclusione di Vulturari. I salentini dopo un minuto colpiscono la traversa con Trezza che sfugge alla retroguardia azzurra. Il gol è nell’area e la capolista sblocca il match all’ 5’: gran palla di Felici che questa volta serve Bachnoah che infila Idasiak. I salentini dominano in lungo e in largo e poco dopo vanno vicino al raddoppio con Frezza, ma l’estremo difensore azzurro vola e salva il risultato. All’11’ Barba commette fallo in area, il direttore di gara non ha dubbi e concede il rigore. Sul dischetto si presenta Felici che spiazza Idasiak. La prima vera occasione del Napoli arriva al 13’ con la punizione al limite di Labriola, la cui conclusione termina di poco alta. Al 16’ il Lecce colpisce il palo con Trezza, il pallone ritorna al giocatore ospite che calcia in porta, ma questa volta l’estremo difensore locale blocca. Il Napoli ci prova con Labriola, sul bel passaggio di Barba, ma l’attaccante partenopeo sbaglia a tu per tu con Borbei. Il Napoli accorcia sul finire del primo tempo. Parte tutto dal gran recupero di palla a centrocampo di Iaccarino, che serve D’Agostino, che a sua volta la passa a Labriola che a tu per tu con il portiere questa volta non sbaglia e la manda in rete. In pieno recupero il Lecce di rende pericoloso con Bachnoah, ma Idasiak devia in corner. Termina una bella prima frazione di gioco che vede meritatamente la formazione di Grieco in vantaggio. 

La ripresa si apre con l’ingresso di Potenza al posto di Barba, che esce per un problema fisico. All’50’ Labriola viene atterrato in area da Masetti: rigore. Sul dischetto si presenta l’autore del gol, ma clamorosamente si fa parare il penalty, sulla ribattuta ci prova Virgilio, ma l’estremo difensore ospite para. Grande chance per il Napoli. I partenopei ci credono e poco dopo chiamano in causa ancora Bordei che risponde presente su un bel tiro di Vergara. Al 68’ proteste in casa azzurra: Labriola viene atterrato in area da Monterisi, ma il direttore di gara fischia la simulazione per l’attaccante azzurro. Al 73’ Labriola ci prova direttamente da calcio d’angolo, ma l’estremo difensore ospite è attento e manda la palla oltre la traversa. Il Napoli nei minuti finali si getta in avanti alla ricerca del pareggio, ma le conclusioni non inquadrano lo specchio della porta e in alcuni casi trovano la risposta di Bordei. Il Napoli ci prova al 95’ su azione di calcio d’angolo, dov’è salito anche il portiere ed è proprio Idasiak che colpisce il palo di testa e sfiora l’incredibile 2-2. Dopo cinque minuti di recupero a Cercola passa il Lecce per 2-1, con i partenopei che giocano una buona partita, ma purtroppo pagano l’errore dal dischetto di Labriola. Nel prossimo turno, la 21° giornata, il Napoli affronterà, nuovamente in casa, la Salernitana, mentre il Lecce farà visita al Crotone. 

NAPOLI-LECCE 1-2

RETI: 5′ pt Back (L), 12′ pt Felici rig. (L), 42′ pt Iaccarino (N)

NAPOLI: Idasiak, Barba (3’ st Potenza), Romano, Virgilio, Guarino, Costanzo, Vergara (21’ st Acampa), Sami, D’Agostino, Labriola, Iaccarino (19’ st Umile). A disp: Pinto, Amoah, D’Onofrio, Sepe, Cataldi, Di Dona. Allenatore: E. Cascione.

LECCE: Borbei, Lemmens, Hasic, Maselli, Ciucci, Monterisi ©, Macrì (35’ pt Ortisi), Vulturar, Back (38’ st Burnete), Felici (18’ st Mancarella), Trezza (38’ st Secansky). A disp: Viola, Pani, Pascalau, Grave, Berg, Schirone, Travaglini, Ancora. Allenatore: V. Grieco.

ARBITRO: Andreano di Prato.

NOTE: ammoniti Costanzo, Back, Labriola, Lemmens. Al 10′ st Borbei (L) para un rigore di Labriola (N).

CLASSIFICA: Lecce 43 – Pescara** 41 – Napoli* e Entella 32 – Spezia* 29 – Crotone** e Frosinone* 25 – Benevento* 22 – Cosenza***** 20 – Pisa* 18 – Reggina* 13 – Salernitana* 10.

© Riproduzione riservata