Primavera: il Napoli espugna Bologna

Parte oggi la stagione anche per la Primavera di Nicolò Frustalupi, ritornato in azzurro. Gli azzurri fanno il loro esordio in Primavera 1 sul campo del Bologna. Il tecnico partenopeo deve far i conti con le molteplici assenze come Cioffi (covid) e Vergara, mentre nelle prossime ore potranno arrivare importanti new entry. Sulla panchina del Bologna, invece, siede Luca Vigiani che insieme a Frustalupi ha fatto parte dello staff di Mazzarri al tempo del Napoli.
Il Bologna fin dai primi minuti cerca di far la partita, con i partenopei che chiudono bene in difesa, ma al nono è la formazione locale a passare in vantaggio: azione di contropiede, Rocchi vince un contrasto a centrocampo e lancia in profondità Raimondo che salta Idiasiak, che esce alla disperata, e deposita in rete. La reazione del Napoli non si fa attendere e sfiora in diverse circostanze il pari. La più nitida capita al 31′ con Barba, che dagli sviluppi di un calcio d’angolo, colpisce il palo. Qualche minuto più tardi è ancora il Napoli a mettere in difficoltà il Bologna che si salva con Khailoti che anticipa Marranzino pronto a colpire a rete. Esattamente un giro di lancette che il Napoli trova il pari su rigore trasformato da Ambrosino, che si è procurato il penalty. Sul finire del primo tempo i padroni di casa sfiorano il nuovo vantaggio con Pagliuca, figlio di Gianluca, portiere ex Inter, che di testa manda di poco a lato. Allo scadere del primo tempo il Napoli la ribalta e completa la rimonta: Ambrosino che conquista palla sulla linea di fondo, entra in area e serve Spavone che con un destro chirugico batte l’estremo difensore rossoblù. Nella ripresa il Napoli l’amministra con il Bologna che cerca il gol del pari. Nel finale proteste per i padroni di casa per un presunto tocco di mano in area. Termina il match, con il Napoli che inizia nei migliori dei modi la stagione.

© Riproduzione riservata