Prezioso pareggio per la Cesport contro la Vis Nova: alla Scandone finisce 8-8

Se l’obiettivo principale di giornata era quello di riscattare l’ultima brutta prestazione interna con cui si era concluso il 2019, la netta sconfitta contro la DMG Nuoto Catania, la Cesport Italia, undicesima a quota due, centra in pieno il traguardo ed inizia il 2020 nel migliore dei modi. Nell’incontro valevole per la quinta giornata del campionato di serie A2 girone Sud i gialloblù conquistano un punto di fondamentale importanza nella lotta per la conquista della salvezza impattando sull’8-8 il confronto con la Roma Vis Nova. Nonostante le difficoltà legate al reperimento di adeguati spazi acqua a causa della chiusura della Scandone per le festività i partenopei dimostrano di avere lavorato al meglio durante la sosta e si ripresentano tirati a lucido dal punto di vista atletico, condizione che consente loro di tornare ad esibire quell’identità di gruppo per la quale chi entra in acqua cerca d’interpretare nel modo migliore il proprio ruolo ma è sempre pronto a lanciarsi in aiuto del compagno in difficoltà. Da elogiare il carattere di chi non molla di un centimetro anche quando gli ospiti, trascinati dalla tripletta di uno straripante Matteo Iocchi Gratta, che deve cedere lo scettro di leader della classifica cannonieri solo alla stratosferica prestazioni di Goreta che ad Anzio contro il Cus Unime mette a referto ben nove centri, si portano sul più due. Buono il rendimento in inferiorità numerica anche se gli ospiti collaborano in questo gestendo male più di una situazione quando hanno a disposizione i venti secondi per attaccare in sette contro sei. Da migliorare la percentuale con l’uomo in più che dovrà diventare un’arma determinante in fase offensiva già a partire da sabato prossimo nella delicata sfida del Foro Italico contro la neopromossa Tuscolano. Non fa ormai più notizia la presenza tra i migliori in campo di Gianluca Cappuccio che alla solita serie di parate determinanti aggiunge la perla del rigore respinto a Marco Parisi, seconda prodezza consecutiva dai cinque metri per il portierone partenopeo. Lucida ed ordinata la regia di Mattiello che può annotare nel suo personale il tabellino l’assist dell’8-8 e la rete dalla distanza per il 6-7. Merita però il premio di mvp di giornata Carlo Simonetti, indomito lottatore che mette a referto un poker di reti, miglior marcatore dei suoi con quattordici centri, bottino grazie al quale scala posizioni nella graduatoria dei bomber, compresa la tempestiva deviazione sul palo con cui agguanta il definitivo pareggio nel finale.

Foto di copertina: Federica Cilento per Gol del Napoli

© Riproduzione riservata