Picca: dovremo partire forte contro la Roma Nuoto

picca

Il campionato di pallanuoto, serie A1, taglia sabato il traguardo del giro di boa proponendo i match valevoli per la tredicesima e ultima giornata del girone d’andata. Rinfrancato dalla positiva prestazione offerta nella sconfitta di misura contro la Banco Bpm Sport Management il Circolo Nautico Posillipo si prepara ad affrontare la Roma Nuoto nell’impegno che chiuderà la prima fase dell’annata per i rossoverdi. Antonio Picca, difensore classe 1999 cresciuto nel vivaio rossoverde, (primo da sinistra nella foto di copertina)  analizza i riflessi positivi dell’ultima esibizione, descrive la gioia per la prima rete in massima serie e presenta la sfida che vedrà contrapposti i partenopei al sette giallorosso.

Quale eredità vi ha lasciato la sconfitta contro la Bpm? 

Quella di sabato contro la Bpm è stata una buona prova di squadra contro una compagine sicuramente più accreditata. Siamo stati bravi a rimanere sempre lì attaccati al match senza mai mollare. In termini di classifica un punto avrebbe sicuramente smosso qualcosa ma dobbiamo tenerci strette le buone cose fatte nel corso della gara  e lavorare invece di più sugli errori che hanno permesso poi la vittoria alla squadra ospite.

Possiamo individuare il cinismo in fase conclusiva come uno dei margini di crescita più importanti per la squadra? 

Ci siamo soffermati molto su questa fase del gioco e certamente c’è stato un netto miglioramento  rispetto alla passata stagione. Dobbiamo continuare così!

Come valuti il vostro girone d’andata? 

Siamo quasi al giro di boa e la classifica dice che il Posillipo è sesto con 20 punti. Tutto sommato siamo soddisfatti ma andando indietro nel tempo per come si erano messe le gare, nelle partite come quelle contro Savona, Ortigia e Quinto potevamo fare di più.

Sabato hai realizzato il primo gol in massima serie. Quale emozione hai provato?

È stata un’emozione unica soprattutto per me che sono cresciuto nelle giovanili posillipine. Il Circolo è quasi una seconda casa per me e negli ultimi anni ha investito molto su noi giovani. Giocare in serie A e confrontarsi con grandi campioni rappresentano occasioni uniche. Il mio gol è frutto del sacrificio quotidiano e dell’aiuto dei miei compagni di squadra.

Per concludere la prima parte di annata ci attende la trasferta al Foro Italico contro la Roma Nuoto.  Che tipo di partita ti aspetti? 

Sarà sicuramente una partita difficile in un campo molto ostico. Il match a mio avviso si determinerà nelle battute iniziali, quindi dovremmo essere bravi e concentrati nell’approccio alla gara. Sarà una battaglia e sono sicuro che ci faremo trovare pronti.

Quali sono i giocatori avversari che dovete temere maggiormente?

La Roma nuoto è un’ottima compagine costituita da un mix tra giocatori esperti e ragazzi giovani. A dir la verità non mi è mai piaciuto parlare molto dei miei avversarsi, sono sicuro che sarà una bellissima partita dove dovremmo imporre da subito il nostro gioco.