Pallanuoto, Serie B: impresa della Rari Nantes a Pescara

Straordinaria Schüco Cargomar Rari Nantes Napoli. Nell’occasione più importante, in una sfida senza appello, i partenopei giocano la miglior partita stagionale, passano 8-5 a Pescara e si prendono la seconda posizione in classifica. La squadra di Marsili si conferma bestia nera degli abruzzesi, bissando il sofferto successo conseguito all’esordio alla Scandone con una vittoria convincente, autorevole, meritatissima, davanti ad un pubblico da serie A1 come quello accorso alle Naiadi. Napoletani in zona playoff, dunque, capaci di battere a domicilio il Pescara dopo aver quasi vinto il derby con la Cesport: sognare è lecito. Dopo il 2-2 di fine primo tempo, la Rari si porta per la prima volta in vantaggio nel secondo, ma a metà gara i pescaresi sono davanti (4-3). Di Calì l’unico gol della terza frazione di gioco, che vale il momentaneo pareggio. Il capolavoro rarinantino nell’ultimo tempo. Riccitiello firma la rete del 4-5, i padroni di casa si riportano in parità, ma è Scalzone con una doppietta a firmare l’allungo partenopeo. Reazione rabbiosa del Pescara, Cappuccio e la difesa rarinantina si trasformano in una saracinesca ed Occhiello in controfuga a 90 secondi dal termine realizza la rete della sicurezza. Finisce 5-8 e per i napoletani è un risultato fondamentale nell’economia del campionato, che consente di guardare al futuro con ottimismo. “Abbiamo giocato la miglior partita dell’anno, la bella copia di quella con la Cesport”, gongola il tecnico Elios Marsili.Stavolta il finale non ha regalato sorprese, siamo riusciti a chiudere i giochi realizzando la rete del +3 ad un minuto e mezzo dal termine. Devo fare un plauso ai miei ragazzi, era l’ultima spiaggia ed abbiamo risposto alla grande. Abbiamo gestito l’attacco in maniera intelligente, ma soprattutto ci abbiamo messo un’attenzione difensiva straordinaria. Siamo andati a chiudere ogni varco, non abbiamo mollato di un centimetro, costringendo i nostri avversari a giocate sporche, con poche percentuali di realizzazione. Siamo stati mostruosi: abbiamo limitato ad appena 5 gol la squadra più prolifica del campionato”. Ora con otto vittorie si va ai playoff: “Non dobbiamo mollare, il campionato è lungo e ricco di insidie”, sottolinea Marsili. “Ma questa è un’opportunità unica. Dobbiamo continuare così e metterci ancora più costanza negli allenamenti, perché abbiamo la possibilità di fare la storia”. Buono anche l’arbitraggio: “Dopo tante polemiche, mi piace sottolineare la direzione di gara che è stata uniforme, sull’uno e sull’altro fronte. Avrei detto le stesse cose anche in caso di risultato negativo”. La Schüco Cargomar Rari Nantes Napoli tornerà in vasca sabato 1 aprile alla Scandone contro il Circolo Canottieri Lazio, per la seconda giornata di ritorno.

Pescara-Schüco Cargomar Rari Nantes Napoli 5-8

Pescara Nuoto e Pallanuoto: Mambella, Di Nardo, Sarnicola, Di Fulvio 1, Prosperi, Magnante, Giordano, Riccitelli, Di Fonzo 2, D’Aloisio 1, Ruscitti 1, D’Amario, Micheletti. All. Mammarella

Schüco Cargomar Rari Nantes Napoli: Cappuccio, Criscuolo, Truppa, Maglitto, Occhiello 1, Ricci, Riccitiello 2, Ciniglio, Mauro 2, Scalzone 2, Incoglia, Calì 1, Autiero. All. Marsili

Arbitro: Iori (Lazio)

Note: parziali 2-2; 2-1; 0-1; 1-4. Nessun uscito per tre falli. Spettatori 300 circa.

© Riproduzione riservata