Pallanuoto. L’Acquachiara si presenta e premia le giovanili

193
Questa mattina sono state ufficialmente presentate alla città ed alla stampa le prime squadre – maschile e femminile – della Carpisa Yamamay Acquachiara che prenderanno parte al prossimo campionato di Serie A2 2019/20. “L’Acquachiara è da elo giare, non fosse altro perchè è una delle poche società italiane di pallanuoto che possiede sia il settore maschile sia quello femminile di un certo livello”, ha detto Paolo Zizza, commissario tecnico del Setterosa. “E andremo sempre avanti, nonostante tutte le difficoltà”, ha sottolineato il presidente biancazzurro Franco Porzio. “Non a caso l’Acquachiara viene riconosciuta come ‘Casa dello Sport’ per le attività sportive, agonistiche e sociali sul territorio, e credo che pochissime realtà sportive nazionali possano ambire a questa definizione”, ha aggiunto il massimo dirigente biancazzurro nel corso della conferenza stampa di presentazione, trasmessa in diretta streaming sulla Pagina Facebook della testata giornalistica “Napoleggiamo“. L’Acquachiara quest’anno ha scelto per la conferenza stampa una location particolarmente suggestiva, lo splendido auditorium del Real Bosco di Capodimonte. “Ringrazio il direttore del museo, Sylvain Bellenger, che ci ha dato questa importante opportunità”, ha aggiunto Franco Porzio. Opportunità sfruttata nel miglior modo possibile in una conferenza stampa che il direttore sportivo biancazzurro Gianluca Leo è riuscito a trasformare in evento con la partecipazione e la premiazione di tutti coloro che, con la calottina dell’Acquachiara, nella scorsa stagione “ci hanno permesso – ha aggiunto Franco Porzio – di ottenere risultati più che soddisfacenti, a livello assoluto e giovanile”. E tra essi gli azzurri Daniele De Gregorio, Paola Di Maria e Guya Zizza, premiati a fine evento insieme alle formazioni Under 15 maschile e femminile e Under 20, classificatesi al quarto posto nazionale nella scorsa stagione. Al tavolo della conferenza stampa, illustrata con arguzia e maestria passo dopo passo dal giornalista Peppe Iannicelli, l’assessore comunale allo Sport Ciro Borriello, il presidente del Coni Regionale Sergio Roncelli, il presidente del Comitato Campano della Fin Paolo Trapanese e padre Danilo Mastrogiacomo, giovanissimo parroco di San Nicola di Chiaiano, importante punto di riferimento per i giovani della Napoli Nord e da sempre vicino alle attività dell’Acquachiara, così come Alessandro Bolide, che anche quest’anno ha regalato ai presenti un saggio della sua bravura, che lo colloca ai primissimi posti tra i più brillanti comici italiani.  “L’Acquachiara è un faro dello sport napoletano”, ha dichiarato Borriello. “Grazie a Franco Porzio per tutto ciò che fa con la sua società per i giovani del territorio”, ha aggiunto Padre Danilo. “Campione nello sport e nella vita: il CONI è orgoglioso di avere nella sua famiglia un club come quello biancazzurro”, prosegue Roncelli. “Eccellenza nazionale dello sport, l’Acquachiara è la dimostrazione di come con impegno e serietà si possano raggiungere grandi risultati in poco tempo. Plauso a Franco Porzio per la sua lungimiranza”, conclude Trapanese. Tra i presenti anche Pino Porzio, commissario tecnico del Canada maschile che alle qualificazioni olimpiche inseguirà un posto a Tokio già sfiorato ai Giochi Panamericani. Nel suo intervento Porzio ha posto l’accento sulla “necessità che tutte le componenti della pallanuoto facciano quadrato affinchè questo sport ottenga finalmente la popolarità che merita”. E mentre la formazione femminile di Barbara Damiani attenderà gennaio per l’inizio della stagione, i ragazzi della maschile guidati da Mauro Occhiello esordiranno sabato prossimo 16 Novembre alle ore 15 presso la piscina comunale di Santa Maria Capua Vetere contro il Cus Unime. Cinque i volti nuovi in casa acquachiarina: il centroboa statunitense Kacper Langiewicz, Matteo ed Emiliano Aiello, Stefano Mauro ed Alessio Pellerano.
foto di Roberto Polverino