Oliva presenta una carriera da… oro di Napoli

Università degli Studî Suor Orsola Benincasa

Master in Radiofonia

Run Radio – Radio Universitaria Napoletana

 

La storia dello Sparviero apre l’anno accademico del Master in Radiofonia del Suor Orsola

Patrizio Oliva ha presentato a Run Radio il libro che ripercorre la sua storia di difficoltà trasformate in successi

 

È partita da una bella storia di sport come emancipazione sociale e culturale la seconda edizione del primo Master italiano specificamente dedicato alle professioni della radio, ideato e organizzato dall’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli in collaborazione con Radio Capital e Radio M2O.

La storia è quella vincente del grande boxer, Patrizio Oliva, grande icona dello sport partenopeo e tra i pochissimi pugili al mondo ad aver realizzato l’accoppiata oro olimpico e titolo mondiale. Una storia che oggi Oliva ha raccolto, con l’aiuto della penna brillante del nipote Fabio Rocco Oliva, nell’appassionante volume “Sparviero. La mia storia” (Sperling&Kupfer, 2014) presentato ai microfoni di Run Radio, la web radio dell’Università Suor Orsola Benincasa.

Una prima lezione iniziata, dunque, sul campo quella del Master in Radiofonia, che rappresenta un ambito percorso di alta formazione (aperto solo a 15 laureati, con iscrizioni aperte fino al 10 Novembre) per tutte le professioni della radio: speaker, infotainment, management, direzione artistica, regia, marketing, produzione, programmazione musicale e redazione di contenuti multimediali e non.

“Al Suor Orsola all’interno di un grande Polo della Comunicazione – ha spiegato il Preside della Facoltà di Scienze della Formazione, Enricomaria Corbi – siamo riusciti a realizzare una grande filiera formativa legata alla radio e al giornalismo, che comincia dalla scuola secondaria superiore e arriva fino all’alta formazione post laurea. Ed in particolare questo Master in Radiofonia rappresenta una grande sfida al mercato dell’editoria, perché abbiamo messo in piedi, con l’aiuto dei grandi professionisti del settore, l’unico percorso accademico che unisce conoscenza teorica e pratica, che attribuisce una qualifica formalmente riconosciuta ai suoi allievi e che fornisce il know how per lavorare a pieno titolo nelle aziende radiofoniche”.

La storia dello Sparviero e la sfida dell’Associazione “Milleculure”

Ed è stata una mattinata a tutto tondo quella con Patrizio Oliva che partendo dai temi del libro ha ripercorso la sua carriera ed il suo attuale impegno nella formazione dei giovani, intervistato dagli speaker di Run Radio e dagli allievi del Master in Radiofonia con il coordinamento di Antonio D’Amore, direttore artistico di Run Radio. “La boxe è uno sport individuale e quindi molto formativo – ha spiegato Oliva – perché sul ring sei solo con te stesso e non puoi mai girare le spalle e “combattere” sul ring anche contro i tuoi limiti e le tue paure ti aiuta a crescere anche e soprattutto nella vita, ti dà il coraggio di diventare un “campione” anche fuori dal ring”.

Sport come “formazione alla vita”, dunque, che è la grande sfida che Patrizio Oliva, insieme ad altri grandi campioni dello sport napoletano, come Massimiliano Rosolino, Pino e Franco Porzio, Pino MaddaloniDiego Occhiuzzi, Ciro Ferrara e Manuela Migliaccio, sta portando avanti con l’associazione “Milleculure – Sport e Cultura a Napoili”.

“Nel Centro Polifunzionale di Soccavo abbiamo due grandi palestre di pugilato, scherma, judo e fitness – ha raccontato con orgoglio Patrizio Oliva – e l’obiettivo che ci siamo prefissati è quello di dare a tutti quei bambini che provengono da famiglie disagiate l’opportunità di fare sport gratuitamente allontanandoli dalla strada”.

La playlist di Patrizio Oliva con Pino Daniele e Massimo Ranieri

Sport e ascesa sociale, dunque, ma anche musica in questa prima giornata di studio del Master in Radiofonia, perché con grande simpatia Patrizio Oliva si è prestato alla seguitissima rubrica di Run Radio “Dj per un giorno”, nella quale un personaggio pubblico si cimenta per un’ora con la programmazione musicale radiofonica. Rigorosamente partenopea la playlist dello “Sparviero”: dalla “Rumba degli scugnizzi” di Massimo Ranieri a “Napule è” di Pino Daniele, da “Il gatto e la volpe” di Eduardo Bennato alla chiusura con “Io ce credo” di Eduardo De Crescenzo, una colonna sonora perfetta per la storia di un giovane napoletano che tra mille difficoltà economiche e sociali è riuscito ad entrare nell’Olimpo dei campioni dello sport.

 

Info

www.runradio.it

Tel. 081-2522368

info@runradio.it

www.facebook.com/RunRadioFans

www.twitter.com/Run_Radio

 

www.unisob.na.it/radiofonia

Facebook: Master Radiofonia Unisob

© Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui