Natan: “Emozionato per l’esordio al Maradona. Ecco a chi mi ispiro”

ADV
ADV

Giornata di presentazioni in quel di Castel Volturno. Oggi è stato presentato il difensore brasiliano, Natan Bernardo De Souza.

Sulla scelta del numero 3 e l’eredità di Kim: “Prima di iniziare vorrei dire che non parlo ancora bene, proverò a parlare con voi italiano. Il numero 3 mi piace ho massimo rispetto per un grandissimo difensore come Kim”.

 

A chi ti ispiri? “Per velocità e grinta, direi Thiago Silva”.

 

Quali sono le tue caratteristiche? “La velocità, le coperture, la tecnica e la grinta”.

 

Hai parlato con Juan Jesus prima di venire? “Si, Juan Jesus e Mario Rui mi aiutano tanto sia dentro che fuori dal campo”.

 

Hai giocato anche terzino, ti piace come ruolo? “Mi piace, se servo in quel ruolo si”.

 

Cosa conosci del campionato italiano? “Quello italiano è un calcio soprattutto difensivo quindi per un difensore è facile scegliere l’Italia”.

 

Cosa ti dice Garcia ed in cosa devi migliorare? “Sto studiando l’italiano per parlare di più con lui, ci ho parlato poco, avrò occasioni”.

 

Il colpo di testa è un aspetto da migliorare?

“Non ho fatto molti gol di testa, ci ho lavorato molto e se Dio vuole quest’anno sarà l’anno buono per farne tanti”.

 

 

Cosa conosci di Napoli città e della sua storia? “Ho visto la serie su Maradona. Mi piace la tifoseria, molto appassionata”.

 

Come vedi il calcio italiano con gli attaccanti che pressano molto i difensori? È diverso dal Brasile.

“Il calcio brasiliano è migliorato poco a poco sulla pressione alta, qui sicuramente la velocità è più alta ma sono convinto che mi adatterò bene”.

 

Ancora sui primi giorni a Napoli: “Il gruppo e lo staff mi hanno accolto molto bene, sono emozionato per il mio esordio al Maradona”.