Napoli-Inter, l’analisi

Sulle ali dell’entusiasmo il Napoli ha travolto l’Inter salutando con un netto 4-1 il suo pubblico. Il Napoli, senza subire tanto, ha messo da subito in chiaro la situazione contro la squadra di Spalletti che a Fuorigrotta questa sera ha davvero fatto molta fatica. La squadra di Ancelotti, che ha puntato su Karnezis tra i pali e con Malcuit e Ghoulam sulle fasce, ha iniziato bene la gara, provando subito a verticalizzare e a colpire gli avversari alle spalle, con Milik e Mertens che lì davanti hanno cercato in un paio di occasioni di beffare Handanovic. Nei primi minuti l’Inter si è resa abbastanza pericolosa costringendo Koulibaly, in coppia con Albiol, a sprecare un fallo che gli è valso l’ammonizione. Al sedicesimo però il Napoli è salito in cattedra con Zielinski che ha portato in vantaggio gli azzurri con un grande tiro all’incrocio dei pali. Dopo aver subito il colpo l’Inter ha provato a reagire senza però trovare la giusta soluzione e permettendo al Napoli di andare vicino al raddoppio prima con Mertens e poi con Callejon che con un tiro velenoso ha sfiorato la rete. Nel secondo tempo Spalletti ha provato a cambiare in attacco con Icardi al posto di Politano, cercando di sfruttare la velocità dell’argentino per colpire il Napoli tra le linee. Ma in campo, nonostante qualche folata, c’è stata solo la squadra di casa che al sessantunesimo ha trovato la rete del 2-0 con Mertens. Il belga ha superato Handanovic con un colpo di testa sfruttando al massimo il cross di Callejon. L’Inter, sotto di due gol, ha cercato di spingersi in avanti provando il tutto per tutto e riuscendo quasi a colpire Karnezis. Il salvataggio clamoroso di Koulibaly sulla linea di porta però ha impedito ai padroni di casa di subire gol. Al settantunesimo a chiudere definitivamente la gara ci ha pensato Fabian. Il centrocampista ha concretizzato l’ennesimo assist favoloso di Callejon, e con un’azione tutta spagnola ha portato il Napoli sul 3-0. Dopo otto minuti Fabian si è ripetuto, siglando un’incredibile doppietta. Quando la partita sembrava ormai finita, l’Inter con Icardi ha segnato il gol della bandiera su calcio di rigore. Con il pareggio dell’Atalanta e la sconfitta subita questa sera dall’Inter, ora la squadra di Spalletti è a quota 66 in classifica a pari punti con i bergamaschi. La terza posizione quindi non è ancora stata assegnata e bisognerà attendere l’ultimo turno di campionato per capire chi riuscirà a conquistarla. Per quanto riguarda il Napoli invece, buona prestazione da parte degli azzurri che hanno tenuto alto il ritmo della gara e sono riusciti a dominare la partita, lasciandosi un po’ andare nel finale. Con i 79 punti conquistati e ancora un match da giocare, per il Napoli quindi l’obiettivo 80 punti è sempre più vicino.