Napoli Femminile, appuntamento-salvezza rimandato

Ci sarà da soffrire ancora per centrare la salvezza, il Napoli Femminile pareggia in casa del Verona ed il San Marino che vince a Bari accorcia le distanze. Azzurre ora un punto avanti e con lo scontro diretto a favore ma si deciderà tutto all’ultima giornata (Napoli-Roma e San Marino-Fiorentina). Per la “partita dell’anno”, Pistolesi ha scelto Fusini a sinistra della linea difensiva e Cafferata come ala destra. Modulo 4-3-3, Nocchi centravanti di manovra. Pronti via e destro di Oliviero da fuori sul quale Durante bloccava in due tempi. Al 14’ miracoloso intervento del portiere di casa su destro di Nocchi da posizione ravvicinata con deviazione di Ambrosi, mani nei capelli per il centravanti azzurro. Il Verona ha saputo replicare al 43’: cross di Ledri per Jelencic che colpisce di testa ma trova Oliviero sulla traiettoria a deviare in angolo. Primo tempo in archivio così, senza gol e con poche emozioni.

Ripresa a ritmi lenti ed allora Pistolesi ci provava cambiando elementi e sistema di gioco passando al 3-4-3. I tiri in porta scarseggiano mentre fioccano le ammonizioni (Huynh e Di Marino saranno squalificate contro la Roma) e l’unico brivido è al 48’ quando una mezza sforbiciata di Huchet viene deviata miracolosamente da Durante che chiude la porta – per il momento – ai sogni salvezza del Napoli.

 

VERONA-NAPOLI 0-0

VERONA (3-5-2): Durante; Ambrosi, Motta, Mella; Ledri, Solow (dal 27’ s.t. Colombo), Santi, Sardu, Jelencic; Nichele, Marchiori (dal 27’ s.t. Susanna) (Gritti, Meneghini, Perin, Oliva, Pasini, Fendi, Zoppi). All.: Pachera

NAPOLI (4-3-3) Tasselli; Oliviero, Huynh, Arnadottir (dal 25’ p.t. Di Marino), Fusini; Goldoni (dal 16’ s.t. Popadinova), Huchet, Errico; Cafferata (dal punto 16’ s.t. Cameron), Nocchi (dal 34’ s.t. Kubassova), Hjohlman (dal 16’ s.t. Rijsdijk) (Perez, Capparelli, Risina, Nencioni). All.: Pistolesi

Arbitro: De Tommaso di Rimini (Conti-Zanellato/Calzavara).
Note: porte chiuse al Sinergy Stadium. Amm.: Huynh, Di Marino (N). Rec.: 3’ p.t., 4’ s.t.

© Riproduzione riservata