Napoli-Atalanta, le pagelle degli azzurri

Le pagelle degli azzurri. Gara d’andata delle semifinali di coppa Italia senza gol al Maradona. Il portiere del Napoli David Ospina il migliore degli azzurri con tre parate tra primo e secondo tempo. Prima linea sterile per i partenopei. Ospiti imprecisi, invece.

Ospina 7,5: Hombre de partido. Al 22′ decisivo con due parate in un amen, su Pessina e Freuler. Buone uscite e si distende in due tempi su Zapata al 42′. A inizio ripresa ha un altro guizzo provvidenziale sul connazionale Muriel e salva i partenopei, rischiando anche di farsi male.  Attento sull’altro colombiano Zapata al minuto 60.

Maksimovic 5,5: Tutt’altro che una sicurezza. Si prende dei rischi inutili. 

Manolas 5,5: Errori e amnesie. Qualche svarione, e poca incisività. Dalle sue potenzialità è lecito attendersi molto di più.

Koulibaly: Balauardo, almeno lui, finendo con la fascia al braccio. Molto bene salvando il collega di reparto Maksi, che si fa infilare, al 60′ riscattando alcune uscite errate della prima frazione di gioco. Un muro su Muriel al 70′, preziosissimo anche dopo un un giro di lancette. Gosens invece lo grazia (77′). Ilicic lo mette in difficoltà e becca l’ennesima ammonizione (non era diffidato, al ritorno così ci sarà). 

Di Lorenzo 6Fa il suo, soprattutto in fase difensiva. 

Bakayoko 5,5Andamento lento, quando i dirimpettai breakano se li perde. 

Demme 6: Inizia male, poi il sussulto al termine del primo tempo. E’ sua la prima (e unica) conclusione pericolosa del Napoli (43′ pt): si muove bene e poi il diagonale si spegne a lato. Almeno prende l’iniziativa. Grande spavento al 65′, costretto al cambio dopo una fortuita pallonata al volto (sta bene, solo accertamenti per l’italotedesco). 

Dal 66′ Elmas 5,5: Il diamnte subentra senza luccicare. 

Hysaj 6Svolge il compitino da buon soldato gattusiano. 

Politano 5,5Tanta confusione e pochi sprint utili.

Dal 65′ Petagna 6Da premiare per la fisicità, l’applicazione, e la grinta, che pone in contesa contro la sua ex squadra. 

Lozano 5,5Svaria, è il più in palla del Napoli (un classico stagionale), ma anche el chucky sbatte sul muro bergamasco. Un innocuo tiro dalla distanza al 50′. 

Dall’81’ Osimhen sv:

Insigne 5Parte forte, a seguire s’innervosisce e si spegne. Di positivo solo dei ripieghi: gioca troppo lontano dalla porta, pertanto è nullo l’apporto offensivo. Punizione altissima al 67′, e mister Gattuso lo richiama in panca

Dal 68′ Zielinski sv: Imaptto negativo da subentrato. Si può dare molto di più, Piotr. 

Allenatore – Gattuso 5,5. Primo tempo della squadra poco convinto e null’altro che incisivo. La prima dell’assetto con la difesa a tre (in una andata di semifinale di Coppa) della sua gestione non convince, vedi l’azione ospite del 29′: fase difensiva completamente in balia. Ospina e l’imprecisione atalantina fanno la differenza. Squadra spezzata, e le uniche soluzioni sono le ripartenze su qualche errore orobico. Quando l’Atalanta gioca di squadra e con fludiità per gli azzurri sono dolori. Ospina mantiene la qualificazione alla finale di Coppa, ancora in bilico. 

 

© Riproduzione riservata