Napoli 2019, il punto del commissario Basile

universiade

“Organizzare un grande evento sportivo internazionale come l’Universiade, dopo che la Regione Campania e il CUSI hanno ottenuto l’assegnazione dell’evento per Napoli e la Campania, ha significato mettere in campo sforzi finanziari ed organizzativi importanti ed in tempi ristretti”. Il Commissario Straordinario di Napoli 2019, Gianluca Basile, fa il punto della situazione a 21 giorni dall’inizio della manifestazione. Importante soprattutto l’aspetto amministrativo della complessa manifestazione. Dei 270 milioni di euro che la Regione ha messo a disposizione dell’Agenzia Regionale per l’Universiade (Aru), per porre in essere tutte le attività gestionali, operative ed organizzative per lo svolgimento dell’evento, 127 milioni sono stati destinati alla ristrutturazione di oltre 60 impianti sportivi in tutta la Campania mentre altri 129 milioni sono serviti per il piano servizi. A rendere meglio l’idea circa la complessità organizzativa della manifestazione che tra qualche settimana vedrà l’arrivo a Napoli e in Campania di 127 delegazioni sportive, con più di 8mila atleti che gareggeranno in 18 discipline sportive, per un totale di 370 competizioni solo per gli sport a squadra, è il numero di gare d’appalto bandite dall’Aru: ben 159, tra lavori, servizi e forniture. Inoltre, grazie all’accordo per assicurare il rispetto della legalità firmato nel marzo 2018, l’Anac ha emesso finora 311 pareri sulle procedure avviate dall’Aru. Ad oggi sono soltanto 8 i contenziosi amministrativi sul totale delle procedure, un numero molto ridotto rispetto alla quantità di procedimenti avviati, gestiti con la collaborazione preziosa dell’Avvocatura dello Stato, Distretto di Napoli. La macchina amministrativa si dimostra efficiente anche sul fronte dei pagamenti; ai fornitori il saldo è a 15 giorni dalla consegna delle fatture, tempi molto inferiori alla media che si registra nella Pubblica Amministrazione. Infine, le risorse umane: attualmente sono oltre 400 le persone, in gran parte giovani, che lavorano quotidianamente nel team di lavoro del Comitato Organizzatore dell’Universiade Napoli 2019.