Monfrecola: “Ho avuto un mandato da un club messicano per Mertens”

Monfrecola (intermediario dal Messico): “Ho avuto un mandato da un club messicano per Mertens, ecco la sua risposta. Lozano? Può essere l’anno della consacrazione”

In diretta a Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Alessandro Monfrecola, agente FIFA e intermediario di mercato per il Messico: “Lozano? Quest’anno doveva essere l’anno della consacrazione, ma non è stato così. Ha avuto due infortuni molto importanti con la Nazionale e questi hanno pesato tantissimo. Non credo ci sia un rapporto negativo con Spalletti, anzi. Il suo utilizzo prolungato ha procurato forse qualche problemino nel rapporto tra il mister e Politano. Quest’anno non sarà facile per Lozano, anche se speriamo che possa essere la stagione della consacrazione. Col Mondiale nel mezzo non sarà semplice, ripeto, ma ci speriamo. L’intervento alla spalla? Necessario, altrimenti non sarebbe mai potuto tornare ad alti livelli. Lui è uno scattista e se non ti senti sicuro per una caduta, incide molto dal punto di vista psicologico. Ammiratori di Lozano? Ancelotti ne parla sempre benissimo e parliamo del Real Madrid. Quando il mister viene intervistato in Messico, conferma sempre che uno come Hirving lo prenderebbe subito. Poi da quanto mi risulta ci sono molti ammiratori in Premier League, 3-4 club chiedono a turno informazioni su di lui. Di certo il Napoli ne fa una valutazione importante, non vuole depauperare l’investimento fatto. Il ruolo di Lozano? Per me il suo ruolo ideale è l’esterno a sinistra e, ora senza Insigne, può avere ampio spazio. A destra gioca bene, ma fa meno gol. A sinistra invece è uno che può fare qualche gol in più. Mertens in Messico? Farebbe faville come Gignac. Io avevo il mandato di un club messicano disposto a dare 4-5 milioni di ingaggio a Dries, ma il suo entourage non è mai voluto sedersi a parlare. Dal Messico lo vogliono, ma Mertens nutre un grande amore per il Napoli. E questo non può che essere una bella notizia per gli azzurri e per noi tifosi (ride ndr)”.

© Riproduzione riservata