Mirenghi: la priorità del Napoli Basket è il PalaBarbuto

basket-12

Si lavora al futuro in casa Napoli Basket. E’ stato ospite della trentesima puntata di Basketime, in onda su Canale 8, il general manager del Napoli Basket Antonio Mirenghi che ha fatto il punto della situazione. “Siamo reduci da una stagione positiva, in cui siamo riusciti a portare entusiasmo a Casalnuovo e ad ovviare ad una serie di difficoltà oggettive. Pochi sanno che prima e durante la serie con Palestrina, a causa dei lavori per le Universiadi, ci siamo dovuti spesso allenare a Marigliano in orari complessi, e per questo ringrazio la disponibilità di giocatori e staff. E’ chiaro dunque che oggi la nostra priorità deve essere il PalaBarbuto: abbiamo avuto un incontro positivo con l’Assessore Borriello, non chiediamo una gestione esclusiva, che tagli fuori le altre realtà cittadine, ma la possibilità di gestire gli spazi in modo consono per una società che seppur dilettantistica sulla carta, vuole darsi una dimensione professionistica. La squadra? Non è un segreto, siamo alla finestra per un titolo sportivo di A2, e di conseguenza al momento è complicato pensare al mercato. Abbiamo confermato Milani e Milosevic, abbiamo un accordo anche con Chiera, su cui però peseranno il campionato che faremo e il suo status, visto che ad oggi lui in A2 potrebbe giocare solo da straniero. Vorremmo tenere anche Dincic, e anche lì toccherà vedere dove saremo a settembre perchè il ragazzo vorrebbe giocare in A2. Non è facile restare a guardare, ovviamente siamo vigili sulle varie situazioni ma al momento siamo sospesi, tocca aspettare. I tempi? Lo sapete, tra maggio e giugno le voci su titoli in vendita e piazze in disarmo si rincorrono, noi avevamo aperto delle trattative con Jesi, prima che retrocedesse, e con Cagliari, che ha poi deciso di spostarsi a Torino. Vedremo cosa succederà”.