Milan, un rosso da record: bilancio in perdita per 156 milioni

56

 Per il Milan un bilancio da record, ma del tutto in negativo. Il documento che copre la stagione 2018-2019 e che si è chiusa il 30 giugno scorso prevede una perdita pari a 155,9 milioni di euro. Ben oltre le cifre di cui si è parlato finora (tra i 90 e i 100 milioni) e superiore anche al “rosso” registrato l’anno precedente, quando le perdite erano arrivate a 135,6 milioni. – si legge su repubblica.it – Ma c’è da preoccuparsi? La perdita è ovviamente ingente. E ora il fondo Elliott, diventato proprietario dall’aprile del 2017, quando è subentrato al misterioso uomo d’affari cinese Yonghong Li non più in grado di finanziare il club, dovrà mettere mano al portafoglio e coprire le perdite. Ma, in realtà, l’amministratore delegato del MIlan Ivan Gazidis ha fatto una mossa tutto sommato prevedibile e tipica dei manager al loro primo anno di incarico. In pratica, ha provveduto a una “pulizia di bilancio”, scontando tutte le perdite possibili in un solo anno per ripartire da zero. Tra l’altro, Elliott ha già anticipato i soldi per coprire le perdite e finanziare la stagione in corso, fondi che ora verranno convertiti in azioni, evitando così di lanciare un aumento di capitale. La lettura del bilancio rivela dopo si sono accumulate le maggiori perdite. Ci sono stati meno proventi dalla “gestione calciatori” per 16,5 milioni, a causa di minori plusvalenze e ingaggi pù alti, aumento dei costi del personale per 35,3 milioni, oltre a spese maggiori per i servizi (5 milioni) e minori incassi da sponsorizzazioni e attività commerciali per 6,8 milioni.