Lopez: il Napoli va affrontato con coraggio

Il difensore napoletano Fabio Pisacane e l’attaccante Diego Farias, che non hanno recuperato in tempo dai rispettivi problemi fisici. Diego Lopez spera che i suoi ragazzi ripetano le prestazioni offerte contro Juventus e Milan alla Sardegna Arena, con un risultato diverso, spiega in conferenza stampa. “Quando affronti le grandi squadre a volte giocare bene non basta. Adesso spero che sia arrivato il momento buono per fare punti. Il Napoli è una squadra da calcio spagnolo, il portiere è il primo a partecipare alla costruzione della manovra. Bisogna stare attenti, concentrati, sapendo che è una squadra che vince attraverso il gioco. Gli interpreti giocano insieme da anni, hanno qualità che non scopro certo io”.

GIOCARE CON CORAGGIO “Per noi e i nostri tifosi è una partita importante. Dobbiamo essere all’altezza, dare battaglia e giocare. Abbiamo lavorato in settimana per questo; dobbiamo tenerli il più possibile lontano dalla nostra area. Se ti difendi e basta contro queste squadre non hai alcuna possibilità. Non è una partita segnata, è una partita da affrontare con coraggio, lottando su ogni pallone come se fosse l’ultimo e trascinando il pubblico dalla nostra parte. Dobbiamo cercare di andare a tirare in porta e fare male”.

IL CHIEVO, SOLO UN EPISODIO A Verona sabato scorso non abbiamo fatto bene, è vero. Può capitare, non è un dramma. Ho sempre detto che bisogna essere equilibrati, sia dopo le vittorie che dopo le sconfitte. Contro la Spal abbiamo vinto perché ci abbiamo messo maggior determinazione: quella che forse è mancato col Chievo e che dovremo avere domani”.

I PRECEDENTI DA GIOCATORE La partita col Napoli che ricordo di più da giocatore risale al 2006, con Giampaolo in panchina. Il Napoli era appena tornato in Serie A, vincemmo 2-0. Mi è anche capitato poi di segnare al San Paolo, 2-2, l’altro gol lo segnò Daniele Conti”.

 

© Riproduzione riservata