Lo scouting del vivaio fa team al San Paolo

scouting

L’unione fa la forza, dentro e fuori dal campo, così il team dello scouting del settore giovanile del Napoli si è ritrovato allo stadio San Paolo, in occasione dell’ultima partita interna della prima squadra, il 4-1 con l’Inter. Al termine della gara c’è stato il saluto collettivo con il presidente Aurelio De Laurentiis, e la foto immortalata sui social con il vicepresidente Edoardo De Laurentiis, sempre molto attento alla attività dell’emisfero giovanile del “pianeta” azzurro. Dopo un weekend in giro a visionare sui campi sintetici e non, della Campania, e oltre, gli uomini del responsabile del settore Gianluca Grava, così hanno visto in gruppo l’ottima prova della squadra di Carlo Ancelotti. Il capo scouting Gigi Caffarelli, che ha vinto il primo e storico scudetto del Napoli, Gianluca Festa, Aldo Scialla, Emanuele Maione, Biagio Lanzaro e Adriano Grava, per una sera hanno messo da parte schede e taccuini, mettendosi i panni dei semplici tifosi, anche se non sono mancati i momenti di confronto, e di dialoghi con addetti ai lavori, per un unico intento, ovvero la crescita del vivaio azzurrino, e parallelo obiettivo di bloccare la minaccia di osservatori pronti a “scippare” talenti del Napoletano, atratti dalle esperienze nel Centro-Nord,