La Roma. Se volete Manolas, pagate la clausola

Le dichiarazioni di Aurelio De Laurentiis su Manolas hanno generato un incidente diplomatico. Adesso la Roma, pur non replicando uű cialmente alla controparte, assicura di non volere scendere a patti con un avversario spesso pungente. – si legge sul Corriere Dello Sport, a firma di Roberto Maida e Fabio Mandarini – A dispetto delle necessità À nanziarie che gli impongono plusvalenze per circa 50 milioni entro il 30 giugno, Pallotta si chiama fuori dal gioco: se il Napoli vuole Manolas, dovrà pagare la clausola rescissoria da 36 milioni À no all’ultimo euro, trattando semmai uno sconto sulle commissioni con il procuratore Raiola. Senza alcuna contropartita tecnica: si tratti di Diawara, o di Mertens, nanco di Hysaj, tutti calciatori che in qualche modo potrebbero servire a Fonseca. 

LO SBARCO. Non ci sarà una trattativa, insomma. Dopo l’esperienza impopolare che portò la Roma a negoziare l’uscita di Pjanic con la Juventus, nel 2016, Petrachi ha avuto un mandato ineludibile, che è quello di incassare quanto previsto dal contratto À rmato con il giocatore. Manolas nei prossimi giorni è atteso a Napoli in compagnia del suo staŲ per perfezionare l’accordo quinquennale, da circa 4 milioni netti a stagione, che sarà il primo step per chiudere l’affare. Insieme con il Napoli studierà la migliore strategia per il trasferimento, che resta più che probabile. Perché Manolas ha deciso di lasciare la Roma, come aveva lasciato intendere con quel «vediamo» pronunciato alla À ne dell’ultima partita di campionato, e ha accettato con entusiasmo l’ipotesi di lavorare con Carlo Ancelotti, con la prospettiva di giocare titolare in Champions League. Ora l’ultimo sforzo tocca a De Laurentiis che, dopo le parole velenose sul carattere del giocatore, è obbligato a soddisfare le richieste della Roma.

CONTATTI. Ovviamente Giuntoli e Petrachi già si sono confrontati sul tema, come è normale tra direttori sportivi. Ma non ci può essere un accordo perché il Napoli valuta 20 milioni Diawara, centrocampista che nella Roma troverebbe già una certa concorrenza: nel 4-2-3-1 di oggi ci sarebbero due posti davanti alla difesa per Cristante, Lorenzo Pellegrini e Nzonzi, senza contare il rientrante Gonalons come possibile alternativa. No, la Roma vuole soltanto soldi. Se (dopo il primo luglio, nel nuovo anno À nanziario) riterrà di trattare con il Napoli per eventuali acquisti, lo farà. Ma non ci saranno vincoli in questo senso: prima Kostas, poi si vede.

ISPIRAZIONE. L’interessamento del Napoli per Manolas nasce da lontano. E non è legato all’addio di Albiol, che ha deciso di andare al Villarreal con la sua clausola rescissoria da 4 milioni. Ancelotti aveva immaginato già nei mesi scorsi una difesa con Manolas in compagnia di Koulibaly, per il quale De Laurentiis si prepara a resistere ai prossimi assalti estivi: nell’ottica di un gruppo ambizioso ed esperto che possa sÀ dare il “traditore” Sarri in Italia e rendersi competitivo in Europa, servono rinforzi di livello senza perdere qualità.

© Riproduzione riservata