La Roma fissa il prezzo per Zaniolo

Se è vero che tutte le strade portano a Roma, quelle di Zaniolo sembrano procedere al contrario. Poi, magari, il trequartista giallorosso non le imboccherà, oppure non ci sarà nessuno che lo invoglierà a percorrerle, ma la distanza, sia fisica che emotiva, tra la Roma e il suo numero 22 non è mai stata così ampia. Zaniolo è in vendita, anche a gennaio: è questa la novità che arriva da Trigoria al termine di una giornata nella quale l’ex interista si è allenato insieme ai compagni per preparare la trasferta, non banale per lui, di La Spezia. 40 milioni il prezzo fissato da Tiago Pinto, comprensibilmente in ribasso rispetto alle valutazioni di appena 12 o 6 mesi fa, colpa di un’involuzione tecnica ed emotiva che ha attanagliato le prestazioni del giocatore. Eppure, estimatori in giro per l’Europa ne sono rimasti, tre su tutti: il Tottenham, che già in passato era stata la squadra che più aveva cercato di capire la disponibilità della Roma a cederlo, il West Ham e, più staccato, il Borussia Dortmund. La Roma sarebbe disposta a cederlo non solo a titolo definitivo ma anche in prestito con obbligo di riscatto (sebbene a condizioni abbastanza facili), a dimostrazione del fatto che oltre che con i tifosi (che l’hanno fischiato al termine della partita contro il Bologna) anche con la società il rapporto non sia così solido. O meglio, che la Roma possa pensare di fare a meno di lui, chiaramente sostituendolo almeno numericamente e non solo con l’arrivo di Solbakken. – si legge su sport.sky.it – Per ora solo il Tottenham si è presentato alla dirigenza giallorossa con un’offerta, anche se ancora non soddisfacente soprattutto per le condizioni alle quali legare l’obbligo di riscatto. Ma le valutazioni sono in corso e certamente nei prossimi giorni anche gli agenti del giocatore si muoveranno per sondare il terreno e spianare la strada a Zaniolo. Quella che, al contrario di quanto tutti sanno, non porterà a Roma, ma lontano dalla capitale.

© Riproduzione riservata