La realtà della Mariglianese: l’intervista all’allenatore della Juniores Salvatore Tarantino

Continua la favola della Mariglianese in Serie D. È la prima volta in un campionato nazionale per i campani. Parte fondamentale di ogni società è il settore giovanile, che soprattutto in team di serie minori, può aiutare a formare una prima squadra di livello importante. Per tirare fuori il meglio dai ragazzi, sul piano fisico, tecnico e psicologico, è importante avere allenatori talentuosi. La Juniores della Mariglianese è guidata da Salvatore Tarantino, mister giovane e ambizioso ed ex calciatore. Arrivato alla squadra campana nella stagione 2021/2022, nel primo match di campionato contro l’USD Lavello ha vinto 5 a 0, partendo in campionato con il piede giusto.

 

Sei arrivato da poco alla Mariglianese. Quali sono le tue prime impressioni?

“Prima di firmare per la Mariglianese ho pensato alla scalata di questa giovane società per arrivare in serie D. Questo traguardo raggiunto mi ha spronato ad entrare nella loro realtà. Poi il rapporto e la stima con il direttore Stiletti ha influito su questa scelta”.

Come hai trovato i ragazzi fisicamente e psicologicamente in questo periodo storico particolare di pandemia?

“Quella della pandemia è una situazione particolare. I ragazzi hanno dovuto riadattarsi al contesto attuale. Anche se, in realtà, quando sono arrivato non ho trovato una squadra: era la prima volta per la Mariglianese in un campionato nazionale. Abbiamo dovuto costruire da zero questo gruppo cercando di mirare su giovani che avevano grandi motivazioni, volontà di giocare e che volevano riscattarsi a Marigliano”.

Quella della Mariglianese è una realtà giovane, c’è entusiasmo, si vede…

“L’entusiasmo è una bella cosa, aiuta a superare gli ostacoli e ad affrontare il futuro con grande determinazione. Qui a Marigliano si respira questo clima ed è positivo”.

Qual è la sua filosofia di gioco e il suo modulo preferito?

“Riportare nel campo i principi di vita, coraggio, equilibrio, divertimento e non arrendersi mai. Non ho un modulo preferito, adatto tutto in base alle caratteristiche tecnico-tattiche dei calciatori”.

Obiettivi stagionali?

“L’obiettivo stagionale è quello di formare giovani calciatori pronti per la prima squadra ed oltre, cercando di puntare sempre a vincere”.

 

Un focus su Salvatore Tarantino

 

Nonostante la giovane età ha già accumulato diverse esperienze e titoli. Nel 2010 consegue il diploma di perfezionamento in Organizzazione e gestione delle attività sportive e del tempo libero, presso l’Università degli studi di Napoli Federico II. Nel 2012 consegue l’Abilitazione per Allenatore Dilettante. Nel 2014 segue un corso per allenatori alla Milan Academy. Nel 2015 poi prosegue con successo gli studi da allenatore con il corso “Allenatore Giovani Calciatori UEFA GRASSROOTS Licence C” ed il corso “Special AC Perugia Football Academy”. Nel 2016 riceve l’attestato di Abilitazione come Allenatore UEFA B. Nello stesso anno consegue il Diploma for Coaches of Youth, Maestro di tecnica calcistica. Tra i suoi interessi anche impegni sociali, infatti è il presidente e ideatore della società sportiva Street Soccer Academy, promotore e organizzatore di tornei di strada per ragazzi con problematiche dei quartieri popolari. È anche il creatore del “Metodo Vitale” per la scuola calcio “ASD Luigi Vitale”. È iscritto all’Albo degli Allenatori del Settore Tecnico (FIGC) ed è socio effettivo di AIAC (Associazione Italiana Allenatori Calcio). L’anno scorso con la Paganese, prima che il campionato venisse interrotto per Covid, ha ottenuto solo vittorie senza subire gol, vincendo anche contro avversari di livelli importanti. La sua carriera inizia con svariati anni di gavetta nelle scuole calcio, tra cui Scuola calcio Milan Luigi Vitale Casoria (NA), Scuola calcio Posillipo Napoli (NA), Scuola Calcio Ortese Caserta (CE), Scuola Calcio Villa Sport (CE) e Scuola Calcio Pasquale Foggia Academy. Poi l’approdo alla Paganese nel 2018/2019 dove guida degli under 13 e contemporaneamente è anche allenatore in seconda degli under 15 nazionali. Poi nel 2019/2020 passa agli under 14 e allo stesso tempo è allenatore in seconda degli under 17 nazionali. Nel 2020/2021 poi passa agli under 16 nazionali. Nella stagione 2021/2022 arriva alla Juniores della Mariglianese.

 

© Riproduzione riservata