La Geko torna a casa, con Avellino sarà derby-verità!

La Geko torna a casa dopo due settimane di fuoco in cui ha espugnato il parquet della capolista Rieti e ha rischiato di ripetersi sul campo dell’Arechi Salerno seconda forza del torneo. Al PalaEdilgen domani sera sarà derby, gli uomini di Origlio affronteranno Avellino in una partita fondamentale per rilanciare definitivamente il proprio campionato.

Qui Geko – “Viviamo sicuramente un buon momento, lo dimostrano le ultime prestazioni ancor più che i risultati, e il gruppo sta finalmente trovando il suo equilibrio – dice Nunzio Sabbatino -. Chiaro che non dobbiamo abbassare la guardia perché questa partita per noi è importantissima e nasconde mille insidie. Sarà una partita difficile, forse più che le ultime due con Rieti e Salerno, perché siamo chiamati a confermare ciò che di buono abbiamo fatto, ciò che siamo diventati e ciò che possiamo ancora fare.  Dovremo essere concentratissimi, non possiamo permetterci passi falsi. La Scandone ha dimostrato, anche nell’ultimo periodo, di essere una squadra viva, che non regala nulla a nessuno, e non dimentichiamo che senza penalizzazione avrebbero i nostri stessi punti in classifica. E poi è un derby”. Coach Agostino Origlio avrà l’intera rosa a disposizione, tra i santantimesi l’ex di turno è Jacopo Ragusa, che era ad Avellino fino a 10 giorni orsono.

Qui Avellino – Cinque sconfitte consecutive e una partita da recuperare mercoledì prossimo, quella con la Luiss Roma rinviata lo scorso 31 gennaio per l’indisponibilità del PalaDelMauro. La Scandone non vince dal 6 gennaio scorso, quando inflisse una sconfitta al fotofinish (74-73) alla Geko. Quello fu il quarto successo irpino nelle prime 5 giornate di campionato, a sugellare un avvio importante che aveva permesso ai ragazzi di coach De Gennaro di annullare il -6 di penalizzazione e di proporsi come autentica mina vagante del Girone. E invece dopo quella sera la situazione in casa Avellino si è complicata, sono arrivati un lungo digiuno di punti e la necessità, in questo finale di prima fase, di muovere una classifica che si è fatta difficile. Il ritorno di Dimitri Sousa sarà importante in questo senso, l’ala brasiliana era stata protagonista del derby d’andata, realizzando i liberi della vittoria, ed è il miglior marcatore biancoverde con 13.8 punti di media. In doppia cifra fissa, con lui, vanno il pivottone Brunetti (13.6 punti e 7 rimbalzi), l’atletico Ani (12.2 e 8.1) e il tiratore Riccio, ma il vero equilibratore è il playmaker Valerio Costa, regista di razza. E’ lungo il roster irpino, De Gennaro può contare anche sull’ecletticità di Mazzarese, sull’esperienza di Marzaioli e sul dinamismo di Marra, oltre che sull’ex Sant’Antimo Fabrizio Trapani, approdato ad Avellino da 3 settimane.

L’Appuntamento – Si gioca al PalaPuca di via Marconi alle 18. La gara, a porte chiuse, sarà trasmessa in diretta streaming per gli abbonati alla piattaforma LNP Pass. Arbitreranno i Signori Luca Rezzoagli di Rapallo (GE) e Francesco Cattani di Genova.

© Riproduzione riservata