La Geko c’è, con Avellino la terza vittoria nelle ultime 4 gare

La Geko c’è, con Avellino la terza vittoria nelle ultime 4 gare
Origlio soddisfatto: “Sapevamo che sarebbe stata dura, prova di solidità mentale!”

Biagio Sergio (foto Ferdinando Sodano)
E’ della Geko il derby con Avellino. La squadra di Origlio conquista la 3^ vittoria (73-69) nelle ultime 4 partite e compie un altro passoo importante verso zone più tranquille della classifica. Quattro uomini in doppia cifra per Sant’Antimo, che dopo un avvio difficile ha sempre condotto nel punteggio riuscendo poi a domare, nel finale, i tentativi di rimonta della Scandone.

Pronti-via e dopo 80” secondi la Scandone è già 7-0 sull’asse Marra-Brunetti. La Geko entra in partita da qui, dopo 3 errori di fila trova i primi canestri con Dri e Milosevic ma Avellino mantiene il controllo e al 4’ è ancora Marra a completate il gioco da 3 punti del 4-14. Time out istantaneo per Origlio, alla ripresa gli ospiti rinnovano il loro massimo vantaggio (6-17) con una tripla di Sousa ma Sant’Antimo sembra più equilibrata, ha più pazienza in attacco e con una bomba dall’angolo di Milosevic e un canestro di Sergio al 7’ si rifà sotto (15-19). Stavolta la sospensione la chiede De Gennaro, Avellino si scuote e il finale di quarto è tutto suo per il 21-27 parziale.
Una tripla di Sergio sblocca il secondo periodo al 12’ ed è sempre l’ala di Maddaloni qualche secondo dopo ad infilare il 2+1 che vale la parità a quota 27. Qui la gara rallenta, le due squadre infilano 4 perse di fila prima che Carnovali, al 14’, non trovi dalla lunga distanza il canestro del primo vantaggio Geko. La Scandone, a secco nei primi 4:12 del parziale, risponde con 2 liberi di Sousa, quindi la partita torna sott’acqua tra forzature ed errori banali. Al 18’ è ancora il brasiliano, in contropiede, a firmare il controsorpasso irpino (33-34) ma il finale stavolta è dei padroni di casa che con 5 punti di Speduto chiudono sul 41-38.
La ripresa la apre un canestro di Brunetti, la Geko però risponde con 6 punti di Sperduto (11 di fila a cavallo dell’intervallo) e al 22’ è +7 massimo vantaggio. La Scandone però reagisce con impeto, Sousa realizza 7 punti in fila e poi è Marra, al 26’, a griffare il canestro che li riporta a -1 (50-49).
La nuova parità a quota 51 è ristabilita al 28’ da due liberi di Ani, ma il rush finale è tutto di Milosevic che con due canestri consecutivi fissa il 55-51 del 30’.
La paura e gli errori tornano protagonisti in avvio di quarto periodo, Carnovali in penetrazione segna il 58-51 al 33’ poi è Sergio, un minuto dopo, a centrare il semigancio del +9 Geko.
La Scandone risponde con un 5-0 immediato e torna in scia ma Sabbatino nel giro di 40” segna una tripla incredibile e poi subisce uno sfondamento preziosissimo da Sousa.
Si procede a strappi, Vangelov segna il nuovo +9 (65-56) a 3:30, Avellino risponde con 4 punti consecutivi ma poi è ancora un indomito Sergio a rimandarla indietro. A 98” dalla sirena due liberi di Cantone valgono il 69-62, Costa e Sousa però guidano l’ennesima rimonta biancoverde (71-67 a 42”), e quando al capitano viene fischiato un fallo in attacco la formazione ospite si ritrova tra le mani un possesso chiave sul -4 con 26” sul cronometro. Prima c’è time out, quando si riprende Sousa forza subito dall’arco ma il suo tiro e corto e col fallo sistematico Avellino manda in lunetta Milosevic: l’ala montenegrina sbaglia il primo ma infila il secondo (72-67). 6” dopo Sousa fa invece percorso netto ma sull’ultimo attacco santantimese la Scandone impiega 10” per fare fallo ed è ancora Sabbatino a chiuderla con il libero del 73-69.

“Sapevamo che sarebbe stata una partita difficilissima – dice coach Origlio nel dopogara – e alla fine lo è stata. Sono soddisfatto dei miei ragazzi, dell’atteggiamento con cui hanno reagito alle difficoltà iniziali e poi per la maturità e la solidità mentale con cui hanno affrontato il resto della partita. Era importantissimo vincere e dare continuità alla nostra crescita”.

GEKO SANT’ANTIMO 73
SCANDONE AVELLINO 69
(21-27, 41-38; 55-51)
GEKO: Cantone 6, Dri 4, Milosevic 15, Sergio 14, Vangelov 10; Sabbatino 4, Carnovali 6, Sperduto 12, Ragusa 2. N.e.:, Ratkovic, D’Aiello, De Meo. All.: Origlio.
AVELLINO: Costa 11, Marra 14, Sousa 27, Ani 4, Brunetti 6; Trapani, Riccio 5, Marzaioli, Mazzarese, Monina 2. N.e.: Genovese, Mraovic. All.: De Gennaro.
ARBITRI: Rezzoagli e Cattani.
NOTE – Tiri liberi: Geko 10/16, Avellino 10/12. Usciti per 5 falli: Sousa.

© Riproduzione riservata