La Campania resta in zona gialla

Oggi, come ogni venerdì, è arrivato il monitoraggio Iss-ministero della Salute. Con il passaggio delle due isole in fascia gialla, l’unica area in arancione resta la Valle d’Aosta. Il governatore Lavevaz in una lettera al ministro Speranza aveva chiesto l’alleggerimento delle misure, citando i dati in miglioramento nella regione.

Sicilia e Sardegna passano dalla zona arancione alla zona gialla, aggiungendosi così al resto del Paese. La Valle d’Aosta e l’unica regione italiana che resta in arancione. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firmerà in giornata una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire dal 17 maggio. Ecco tutti i colori delle regioni

CAMPANIA – La regione resta in zona gialla. Nell’ultimo bollettino sono stati 1.110 i nuovi casi di Covid, di cui 387 sintomatici, su 18.701 test molecolari esaminati. Il tasso di incidenza, calcolato senza tenere conto dei tamponi antigenici, è del 5,93%,. Il bollettino dell’Unità di crisi segnala 24 nuove vittime e ben 2.054 guariti. Continua ad alleggerirsi la pressione sugli ospedali: i posti letto di terapia intensiva occupati sono 105 (-11), quelli di degenza 1.285 (-22)

ABRUZZO – La regione rimane in zona gialla. Un “traguardo” tagliato lo scorso 26 aprile, dopo oltre due mesi e mezzo, proprio in occasione della data decisa per la riapertura di numerose attività

BASILICATA – Mantiene la fascia gialla. Nel bollettino del 13 maggio 91 dei 1.214 tamponi esaminati sono risultati positivi: è il dato fornito dalla task force regionale. In regione sono morte altre due persone a causa del covid, portando il totale a 540, mentre sono 19.016 coloro che hanno superato la malattia. I lucani “attualmente positivi” sono 5.162, dei quali 5.031 sono in isolamento domiciliare

BOLZANO e TRENTO (province autonoma) – Conferma della zona gialla per entrambe. Ieri un’altra giornata senza decessi in Alto Adige. I nuovi casi Covid sono stati 58: 42 analizzando 702 tamponi pcr e 16 su 4.266 test antigenici eseguiti. Nessun morto anche in Trentino nell’ultimo aggiornamento, sette i nuovi ricoveri, a fronte di altrettante dimissioni ospedaliere. Sono risultate positive 29 persone con tampone molecolare (a fronte di 973 tamponi), a cui si aggiungono 24 casi identificati con test rapido antigienico (1.169 tamponi processati)

CALABRIA – Tornata gialla dopo mesi lo scorso 10 maggio, la regione mantiene la fascia. E’ in miglioramento, nella settimana 5-11 maggio, l’indicatore relativo ai “Casi attualmente positivi per 100.000 abitanti”, che sono 700, e in diminuzione i nuovi casi rispetto alla settimana precedente del 15,6%. E’ quanto rileva la Fondazione Gimbe nel monitoraggio settimanale

EMILIA-ROMAGNA – Confermata la zona gialla. Nel bollettino del 13 maggio sono stati 618 i nuovi contagi da coronavirus, rilevati con 23.936 tamponi, mentre continua la diminuzione dei ricoverati: 15 in meno in terapia intensiva (163), 40 in meno negli altri reparti (1.199). Si contano poi altri 18 morti

FRIULI VENEZIA GIULIA – La regione rimane in area gialla. Nel bollettino del 13 maggio in Friuli Venezia Giulia su 6.968 tamponi molecolari sono stati rilevati 84 nuovi contagi con una percentuale di positività dell’1,2%. Sono inoltre 1.831 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 16 casi (0,87%). I decessi registrati sono 5, a cui se ne aggiungono 3 pregressi, i ricoveri nelle terapie intensive sono stabili e pari a 18, mentre si riducono quelli in altri reparti che risultano essere 98.

LAZIO – Conferma della zona gialla nella regione. Nel bollettino del 13 maggio su 14.744 tamponi e quasi 16.000 antigenici per un totale di oltre 30.000 test, si sono registrati 654 nuovi casi positivi, 21 i decessi, 1.063 i guariti, in forte riduzione il numero dei ricoverati pari a 1.589, 233 le terapie intensive

LIGURIA – La regione mantiene l’area gialla. Anzi il presidente della Regione Giovanni Toti disegna uno scenario addirittura più roseo per il futuro: “Con 50 casi su 100 mila abitanti a settimana, Genova ha un’incidenza da zona bianca e anche la Liguria ci va vicino, con 62 casi”, ha detto il governatore. Continua a calare in modo deciso il numero degli ospedalizzati per Covid: sono 373. Tra i ricoverati 47 sono in terapia intensiva. Il tasso di positività è al 2,2%.

LOMBARDIA – Confermata la zona gialla. La Lombardia ha superato i 10 milioni di tamponi effettuati. Nell’ultimo bollettino ne risultano processati 49.484, da cui sono emersi 1.396 nuovi positivi, con un rapporto del 2,8% tra test e casi. Continuano ancora a diminuire i ricoverati nelle terapie intensive, che sono 417 (-31) e nei reparti, dove sono 2.351 (-90). Sono 13 i decessi.

Operatrice sanitaria mentre effettua un tampone per la rilevazione del coronavirus in un drive-in

MARCHE – Mantenuta la zona gialla. Sono 233 i positivi nel bollettino del 13 maggio tra le 2.672 nuove diagnosi. Il rapporto positivi/testati è pari al 3%

MOLISE – La regione resta in area gialla anche la prossima settimana. Secondo l’ultimo bollettino si è registrato un decesso riconducibile al Covid-19, 15 i nuovi casi positivi, a fronte di 604 tamponi refertati, un ricovero, 31 guariti. Il totale degli attualmente positivi in regione è 344

PIEMONTE – La regione sarà ancora zona gialla. Nella regione prosegue il calo dei ricoverati. I nuovi casi positivi nel bollettino del 13 maggio sono stati 706 con un tasso del 3,2% rispetto ai 22.407 tamponi diagnostici processati (11.896 antigenici); la quota di asintomatici è del 40,2%. I morti sono 14, i guariti +1.083, le persone in isolamento domiciliare 10.254

PUGLIA – La regione tornata in zona gialla il 10 maggio è confermata nella stessa fascia. Nell’ultimo bollettino su 9.160 test effettuati, sono stati registrati 554 casi positivi, con una incidenza del 6%. Sono stati anche registrati 31 decessi. I ricoverati sono 1.383 (93 in meno rispetto al giorno precedente)

SARDEGNA – Passa dalla zona arancione alla zona gialla. Nella regione calano contagi e tasso di positività. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 72 nuovi casi a seguito di 4.677 tamponi eseguiti, per un tasso di positività che scende dall’1,9% all’1,5%

SICILIA – Semaforo “giallo” per l’isola, con la ripartenza prevista il 17 maggio, in concomitanza con l’avvio della stagione balneare, come previsto dall’ordinanza di qualche giorno fa del governatore Nello Musumeci. L’atteso miglioramento trova conferma nell’analisi della Fondazione Gimbe, secondo cui in Sicilia nella settimana dal 5 all’11 maggio, risulta in calo l’indicatore relativo ai “casi attualmente positivi per 100.000 abitanti” (455, -14,2%) e sono in diminuzione i nuovi casi”

TOSCANA – Confermata la zona gialla. Nella regione nella settimana 5-11 maggio i nuovi casi di positivi al coronavirus sono diminuiti del 16,6% rispetto a quelli registrati nella settimana precedente. É quanto emerge dal monitoraggio della Fondazione Gimbe sui dati del ministero della Salute. Scende anche la percentuale di posti letto di terapia intensiva occupati da pazienti Covid, sebbene la Toscana, che passa dal 38% al 32%, sia insieme alla Lombardia l’unica regione rimasta ancora al di sopra della soglia di saturazione del 30%

UMBRIA – La regione resta in fascia gialla. Nell’ultimo bollettino sono stati 139 i nuovi contagi accertati, nove i ricoveri in meno: 146 in tutto, 21 dei quali (uno in meno) in terapia intensiva. E’ quanto emerge dai dati della Regione aggiornati al 13 maggio. I guariti sono 118 e c’è un’altra vittima. Il tasso di positività sul totale è al 2% per cento e sale a 4,98% per i soli molecolari

VALLE D’AOSTA – La regione resta in zona arancione. Il presidente della Regione, Erik Lavevaz, aveva inviato una lettera al ministro della Sanità, Roberto Speranza chiedendo l’inserimento in zona gialla. Alla base della richiesta ci sono: “l’indice Rt della Valle d’Aosta che è sotto la soglia dell’1 da oltre un mese; l’incidenza dei nuovi casi positivi che è intorno a 150 su 100.000 abitanti; gli indici ospedalieri che sono molto buoni”

VENETO – Mantenuta la zona gialla. Il Veneto registra 468 nuovi contagi Covid-19 nelle ultime 24 ore e 9 decessi. Lo riferisce il bollettino della Regione del 13 maggio. I soggetti positivi attualmente in isolamento domiciliare sono 17.111 (-524). Scende ancora il numero dei malati Covid ricoverati negli ospedali, 1.081 (-36), dei quali 946 (-33) nei normali reparti medici e 135 (-3) nelle terapie intensive

 

fonte: tg24.sky.it

https://tg24.sky.it/cronaca/2021/05/14/colori-regioni-oggi#21

© Riproduzione riservata