James, pressing sul Real Madrid

Due tasselli su tre sono già andati al posto giusto, grazie al carisma internazionale di Ancelotti e alla sua discesa in campo nel ruolo di mediatore. Il tecnico ha avuto infatti il via libera da Aurelio De Laurentiis per affondare il costoso assalto a James Rodriguez e subito dopo ha convinto il campione colombiano a sposare la causa azzurra, nonostante il tentativo del Manchester United di intromettersi in extremis nell’operazione. – si legge sfogliando La Repubblica Napoli, a firma di Marco Azzi – El Bandido ha scelto però la serie A e ha scoraggiato di persona l’assalto degli inglesi, prima di raggiungere con le idee molto chiare la sede del ritiro della sua Nazionale, con cui sarà impegnato in Coppa America. Il giocatore non vede l’ora di ritornare a disposizione di Re Carlo, dopo essere stato ai suoi ordini al Real Madrid e averlo poi seguito nella meno gloriosa avventura in Germania, al Bayern Monaco. Proprio il grande feeling tra i due può essere dunque la chiave di volta per la conclusione positiva dell’affare, a cui manca solo il determinante avallo del club spagnolo: terzo tassello per chiudere il cerchio. Ma il Napoli può giocarsi anche con il Real il jolly Ancelotti, che a Madrid ha lasciato un ricordo eccellente e molti amici, dopo avere regalato alle merengues l’attesissima decima Champions League. Il tecnico ha un credito da riscuotere con gli spagnoli e lo sta sfruttando per spalleggiare nella trattativa per James Rodriguez (entrata nella sua fase più calda) il pressing di De Laurentiis, che peraltro ha a sua volta un ottimo rapporto con il collega Florentino Perez. I due hanno già fatto affari ai tempi di Benitez, quando Albiol, Callejon e Higuain traslocarono dal Santiago Bernabeu allo stadio San Paolo. Il club azzurro ha dunque un canale doppiamente privilegiato da utilizzare ed è per questo che sta crescendo l’ottimismo per il buon esito dell’operazione, nonostante le inevitabili difficoltà per mettere le mani sul costoso (e parecchio ambito) top player colombiano. Il Napoli ha già trovato l’accordo economico di massima con James Rodriguez, che guadagna 6.5 milioni a stagione e tra l’altro fa parte della scuderia del potente manager portoghese Jorge Mendes, anche lui in eccellenti rapporti con De Laurentiis. Non rimane dunque che trovare la formula giusta con il Real Madrid, che in un primo momento era parso disponibile a discutere solo della cessione a titolo definitivo del colombiano: il cui cartellino è valutato 42 milioni. La società azzurro insiste invece per il prestito, biennale e oneroso, senza però l’obbligo di riscatto: con l’obiettivo di legare ancora di più il destino del Bandido a quello di Ancelotti, sotto contratto appunto fino al 2021. E proprio il pressing dei due comincia a fare breccia pure sugli spagnoli: è un matrimonio che s’ha da fare.

fonte: La Repubblica Napoli del 14 giugno