Insigne: la fascia da capitano è un orgoglio

8
Lorenzo Insigne in conferenza stampa, alla vigilia di Zurigo-Napoli, sedicesimi d’andata di Europa League.

Lorenzo, al di là delle prestazioni cos’è successo dopo Parigi e Liverpool? Quella squadra non s’è più vista. “Un po’ di delusione c’è stata, passare il turno è diverso che retrocedere in Europa League. Ci sono stati un po’ di alti e bassi, ma è normale in una stagione ed ora dobbiamo ripartire da quelle prestazioni perché noi siamo quelli. Lavoriamo duro per affrontare ogni gara al meglio. A Firenze abbiamo sbagliato delle occasioni, dobbiamo stare tranquilli perché siamo forti”

Insigne sulla fascia da capitano: “E’ motivo d’orgoglio, ma anche di responsabilità. Io l’ho sempre avuta però perché sono napoletano ed il primo tifoso che vuole dei trofei. Quando sbaglio qualche gol sono il primo a rimanerci male, meritiamo dei trofei perché da anni facciamo bene ma non vinciamo nulla. Ora c’è l’Europa League e possiamo arrivare in fondo, vincerla e portare un trofeo a Napoli che manca da tanto”.

Lorenzo, il -11 dalla Juve vi ha tolto un po’ di entusiasmo? “No, non ci hanno tolto nulla, sapevamo che competere con loro è difficile, ma ci proveremo fino all’ultima gara. Noi non siamo da meno, abbiamo lasciato punti per strada che fanno male, ma psicologicamente non ha influito tanto perchè mettiamo sempre cattiveria e non molliamo mai”.

Lorenzo, il gruppo ha fame di vittorie dopo anni sempre competitivi? “Sì, è tanto che lavoriamo insieme, alcuni sono qui da 3, 4, 5 anni e ci siamo scocciati solo di partecipare perché siamo un bel gruppo, sano, unito, ma ogni anno non riusciamo a vincere ma prima o poi ci toglieremo le nostre soddisfazioni”.

Lorenzo, hai parlato di retrocessione dalla Champions, siete motivati nell’Europa League? “Siamo concentrati, non è la Champions, ma ci teniamo, siamo il Napoli e dobbiamo onorarla arrivando fino in fondo. Gli stimoli ci sono, domani scenderemo in campo con la giusta cattiveria per fare risultato e poi giocare il ritorno a Napoli per andare avanti. Lo meritiamo, in Champions abbiamo fatto un grande girone contro grandi campioni e vogliamo onorare l’EL”.

Lorenzo, ancora sulla fascia: “E’ motivo d’orgoglio, poi da napoletano è ancora più bello. Spero di onorarla al 100%”. 

Insigne a Sky. “È una partita importante, servirà per dare fiducia al gruppo dopo qualche prestazione non al top. Non è un momento difficile, contro la Fiorentina abbiamo creato tanto ma non siamo riusciti a segnare. Dobbiamo essere più cattivi sotto porta. La fascia di capitano è importante, ma anche senza fascia ho sempre dato il massimo perché sono napoletano e voglio portare questa squadra più in altro possibile. Possiamo arrivare in fondo all’Europa League, siamo un grande gruppo con un grande allenatore. Dobbiamo avere la fame necessaria per arrivare in fondo, vincere un trofeo aiuta a crescere. Ancelotti ha tanta esperienza in Europa, ha vinto tantissimo: ci può insegnare tanto, dobbiamo seguire i suoi insegnamenti. Il presidente De Laurentiis? È una partita importante, è giusto che il presidente sia vicino alla squadra”.