Insigne, il “magnifico” pomeriggio di Lorenzo

NAPOLI (Antonio Russo) – Il “magnifico” pomeriggio di Lorenzo Insigne.

(foto Ciro Sarpa)
(foto Ciro Sarpa)

L’unico napoletano in campo aveva un obiettivo ben preciso, aldilà del risultato, aldilà della classifica. Battere la Roma, sul campo con una prestazione sontuosa. Missione compiuta: la rovesciata di Gonzalo Higuain, e il sigillo a fissare la gara di Josè Maria Callejon. Ma c’è tanto di Insigne nella prima vittoria in un big match del campionato per gli azzurri. Lorenzo va avanti e indietro, ed è la chiave vincente del 4-2-3-1 di Rafa Benitez, che contro la Roma ha funzionato senza intoppi. Da uno spunto iniziale del “tuttofare” di Frattamaggiore, nasce la rete del primo vantaggio partenopeo. La prima rovesciata in Serie A del Pipita Higuain. Un colpo immediato di genio, a sfruttare il rimpallo avversario che lo tiene in gioco. Nell’esultanza aggiunta di Lorenzo c’è tutto il senso del pomeriggio, per un calciatore partenopeo che seguiva la squadra del cuore in Curva, e ha coronato il sogno di giocarci in massima serie. Chiude gli occhi Lorenzo, ha una smorfia che è un misto di emozione e tristezza, e poi sprigiona il sorriso pulito. La partita di Insigne prosegue tra ripiegamenti continui e attacco costante allo spazio. Punta che è un piacere, Insigne, che sta mettendo da parte la delusione del Mondiale, l’insofferenza del ritiro precampionato a Dimaro, in Val di Sole, e i fischi dell’inizio della stagione ufficiale. Lorenzo da qualche settimana ha unito tutti, inoltre. Sono scomparsi quelli che lo fischiavano sempre al San Paolo. Il gol messo a segno al Torino, nella precedente gara interna di campionato, ha cambiato le carte in tavola. A Bergamo, pure c’è stato il suo zampino. Da subentrato è stato decisivo servendo la palla in area per il sigillo dell’attaccante francoargentino. La storia si è ripetuta contro la Roma. higuain1La crescita di Lorenzo, che si dimena tra fase difensiva e fase offensiva, l’avrà notata anche il commissario tecnico della nazionale italiana che da sempre stima Lorenzo, ma che l’ha snobbato nelle prime due tornate delle convocazioni del nuovo ciclo tricolore. Prima della pausa per gli impegni ufficiali o amichevoli delle varie nazionali, invece, il Napoli avrà dalla sua altri due impegni. In Europa League contro gli svizzeri dello Young Boys al San Paolo, e domenica in campionato contro la Fiorentina. Il “nuovo” Insigne versione autunno 2014 è concentrato solo sul Napoli, solo così potrà ambire al tanto agognato ritorno dalle parti di Coverciano.

Fonte – Cronache di Napoli del 2 novembre 2014

 

La prima pagina di Cronache di Napoli del 2 novembre 2014
La prima pagina di Cronache di Napoli del 2 novembre 2014

 

© Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui