Il Posillipo riceve la Roma Nuoto: rossoverdi a caccia di un successo pesante

Quando si perde una partita con quattro gol di scarto si tende, nella maggior parte dei casi, ad etichettare il risultato come una netta sconfitta. Questa valutazione non si rivela tuttavia la più corretta in tutte le circostanze. La sconfitta incassata lo scorso sabato dal Circolo Nautico Posillipo contro il Circolo Canottieri Ortigia, 10-6 il punteggio finale per la formazione siciliana, ha visto i partenopei battagliare fino alla fine contro una rivale costruita per arrivare fra le prime tre a fine torneo. Il ko rimediato contro gli ex Caruso, Gallo e Rossi, l’ottavo nelle prime tredici uscite, ha sancito la chiusura del girone d’andata della formazione rossoverde al dodicesimo posto con nove punti ed un vantaggio di quattro lunghezze sul Telimar penultimo. Archiviata però la prima complicata fase dell’annata che ha sicuramente aiutato i tanti giovani che compongono l’organico del sodalizio partenopeo a maturare una preziosa esperienza e ad adattarsi ad un campionato molto più difficile rispetto a quelli frequentati fino allo scorso giugno è ora tempo di voltare pagina per iniziare il girone di ritorno che nelle prossime cinque uscite riserva una serie di partite che potrebbero rivelarsi decisive per stabilire le sorti della formazione partenopea. Primo importante scoglio da superare il confronto diretto in programma domani alla piscina Scandone, fischio d’inizio previsto alle ore 17:00, contro la Roma Nuoto, formazione che occupa il nono posto con quattordici punti. Fondamentale approcciare il match con la giusta intensità contro una rivale che arriverà a Napoli decisa a conquistare punti importanti, forte della consapevolezza che una sconfitta potrebbe risucchiarla in piena zona salvezza. Determinante tenere alta la concentrazione per tutto l’arco della gara, memori anche di una sfida che all’andata ha visto il sette giallorosso piazzare il parziale che gli ha permesso di risolvere la contesa nell’ultima frazione di gioco. Due vittorie e due sconfitte nelle ultime quattro esibizioni per i giallorossi che non conquistano però punti in trasferta dall’affermazione ottenuta lo scorso ventisei ottobre in casa del Telimar. Alla viglia dell’importante sfida con i capitolini il bomber Massimo Di Martire così si esprime: “Domani sarà una partita chiave per la nostra stagione, affrontiamo una squadra ben attrezzata che ha in Paskovic e Camilleri (capocannoniere del torneo con trentotto centri) gli elementi di spicco. Poi ci sono i giovani come Faraglia, Spione, e De Michelis che sono sempre più una sicurezza e una realtà consolidata. Dovremo essere concentrati dall’inizio alla fine e mettercela tutta. Abbiamo tutte le carte in regola per fare una bella prestazione”.