Il Napoli club Brindisi in campo. Donazione per l’ospedale Perrino

«Adda passà ‘a nuttata». Magari la causale non è proprio quelle delle più ortodosse ma dà il senso di quanto la solidarietà non conosce confini e latitudini. E così il club Napoli Brindisi si è stretto attorno alle esigenze dell’Ospedale Perrino del ccentro pugliese per combattere al meglio la pandemia covid 19 effettuando una raccolta fondi e una donazione. In prima fila il club presieduto da Giovanni Picariello radicato nel territorio, nel tranquillo rione di Bozzano. Una settantina di soci per la maggior parte militari appartenenti a tutti i corpi. Brindisi, ma anche Mesagne, Cellino san Marco, tutta la zona.

LEGGI ANCHE Reina: «Soffocavo con il coronavirus ora sto meglio. Che bello con Sarri»

La solidarietà è di casa, con le cene in favore dei meno fortunati ma quando si tratta di tifare Napoli, tutti in prima fila con lo stiscione. Erano loro ad aver accolto e postato sui social, il Napoli il giorno della partita contro il Lecce. «Ora ci stiamo mobilitando per dare una mano all’ospedale», dicono. Secondo il piano predisposto dalla Regione Puglia, La pneumologia, con 20 posti letto, è già stata riorganizzata in tal senso con il potenziamento di 5 posti letto dedicati alla terapia intensiva respiratoria, per malattie infettive è previsto l’incremento della capacità ricettiva con ulteriori 8 posti letto per arrivare a complessivi 23 posti letto e medicina interna con complessivi 33 posti letto dedicati ai pazienti Covid. I reparti di otorinolaringoiatria, dermatologia e chirurgia plastica (con 30 posti letto dedicati) garantisco attualmente l’isolamento dei pazienti sospetti Covid in attesa dell’esito del tampone. All’esterno dell’ospedale, con il supporto della protezione civile regionale, è in corso il montaggio di un modulo prefabbricato dedicato al Covid. La struttura sarà operativa in tempi record.

 

fonte: ilmattino.it