Il Bologna ricorda Pavinato, il capitano dello scudetto del ’64

Il cordoglio del Bologna (avversario del Npaoli, per la settima di ritorno di serie A, in programma allo stadio Diego Armando Maradona, con fischio d’inizio alle 20.45), per la scomparsa dell’ex capitano dei felsinei: si è spento Mirko Pavinato, portabandiera del Bologna dell’ultimo scudetto: quello del 1964. Nato a Vicenza nel 1934, e cresciuto calcisticamente nel Lanerossi, Pavinato arrivò a Bologna nel 1956, per diventare una colonna della squadra dell’allora presidente Dall’Ara, si legge su sport.sky.it.

L’offerta shock di Angelo Moratti

Vinse una Mitropa Cup nel ’61 e l’anno successivo il presidente dell’Inter Angelo Moratti offrì 300 milioni per portarlo all’Inter, cifra incredibile per i tempi. Ma Pavinato rimase in rossoblù, divenne capitano e nel ’64 si laureò campione d’Italia con il Bologna, nello spareggio del 7 giugno: proprio contro l’Inter che lo avrebbe voluto due anni prima.

“Addio Capitano”

Pavinato lasciò il Bologna nel 1966 per chiudere la carriera al Mantova, dopo dieci stagioni in rossoblu’ con 297 presenze tra campionato, Coppa Italia e coppe europee. L’ex difensore si è spento a 86 anni e il club di Joey Saputo, tramite comunicato, ne piange la scomparsa: “Tutto il Bologna Fc 1909 si stringe alla famiglia Pavinato nel ricordo commosso di un uomo che ha fatto la storia del nostro Club. Addio Capitano”.

fonte: sport.sky.it

https://sport.sky.it/calcio/serie-a/2021/03/07/mirko-pavinato-morto

© Riproduzione riservata