Il bilancio di Garcia: “Siamo una squadra offensiva che segna tanto. I tifosi sono con me”

ADV
ADV
ADV
ADV

L’allenatore del Napoli Rudi Garcia ha parlato nella conferenza stampa di vigilia di Bologna-Napoli, match che si giocherà domani alle 18. Fra le varie dichiarazioni, si è soffermato anche su un bilancio dopo il primo periodo sulla panchina del Napoli.

Un allenatore spera sempre di avere tutta la rosa a disposizione, ma non è possibile perché ogni anno ci sono sempre infortuni. Siamo una squadra offensiva, abbiamo sempre fatto gol in partita e a volte potevamo farne di più, come a Braga. Però i millimetri potevano anche aiutarci di più. Abbiamo subito solo 8 tiri per 5 gol subiti, quindi non è che siamo fuori posizione, anche se dobbiamo aumentare l’efficacia della difesa. Solo il secondo tempo con la Lazio ci ha messo in difficoltà sul piano del gioco e ci ha costretto alla sconfitta in casa. Ora invece dobbiamo recuperare due punti dopo il pareggio di Genova e siamo concentrati sulla partita con Bologna, di un allenatore bravo che ammiravo anche da giocatore. Dobbiamo anche ritrovare qualche calciatore che non è ancora al 100%

Io ogni volta che incontro dei tifosi, questi mi incoraggiano e mi dicono che sono con me, quindi questa cosa mi lascia tranquillo. Ovviamente dobbiamo migliorare, perché ad esempio la partita di Braga l’abbiamo vinta con merito, ma non avendo chiuso la gara prima, qualcuno può vedere il bicchiere mezzo vuoto. Ora torniamo al pane quotidiano: non siamo contenti perché siamo quinti e dobbiamo tornare tra le prime quattro“.