Il 2017 del Napoli inizia con un nuovo tour de force

Dal 7 gennaio al 19 febbraio c’è un nuovo tour de force per il migliore attacco della serie A rinforzato dagli eventi: campionato, coppa Italia e Champions, la squadra che corre meglio di tutti in Italia, è attesa da un lotto di gare importanti, così il clima in modalità festività natalizie è già il passato tra Castel Volturno e Lago Patria, dove si divide la giornata lavorativa del mister Sarri. Tutti match da vivere uno dopo l’altro, senza pensare al Real come vuole il diktat, appunto, di Maurizio Sarri. Con un Leonardo Pavoletti in più (ha trascorso il Capodanno dall’amico Mattia Perin a Latina) che da domani sarà ufficialmente un calciatore del Napoli e inizierà il lavoro in gruppo, un Arek Milik sulla via della guarigione, e la punta esterna Leandrinho che studia l’Italia e il calcio tricolore allenandosi con la prima squadra pronto per poi mettersi a disposizione della Primavera di Giampaolo Saurini. Un tour de force in arrivo con match da giocare quasi sempre in notturna. Sarà un Napoli by night, eccezion fatta che nella gara con il Pescara (alle 15). Sono in arrivo dieci partite di notte tra serie A, coppa Italia e Champions: 40 giorni di Napoli, giocando ogni tre giorni con una sola settimana senza partite nel mezzo. Con Sampdoria, Spezia e Pescara davanti al pubblico amico, poi la trasferta a Milano con i rossoneri di Vincenzo Montella. In caso di passaggio del turno in coppa Italia, inoltre, ci sarà nuovamente la Coppa Italia al San Paolo in gara unica dei quarti di finale con la vincente di Fiorentina-Chievo. E poi il campionato: la venuta del Palermo al San Paolo, il viaggio a Bologna e il classico gemellaggio delle tifoserie, a Fuorigrotta, tra i partenopei e i sostenitori del Genoa, prima dell’esodo napoletano in direzione Madrid.

© Riproduzione riservata